mercoledì 16 settembre 2020 08:21
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Rubata l'identità di Stefano Vitali sui social

Rimini. Rubata l'identità di Stefano Vitali sui social
Stefano Vitali

Rubata l’identità di Stefano Vitali per “raccogliere fondi” per gli africani

ERIKA NANNI - “Si spacciano per me su Facebook e Instagram e chiedono soldi”. La denuncia è di Stefano Vitali, ex presidente della Provincia, e ora membro “cardine” dell’associazione Papa Giovanni XXIII, che ieri mattina si è presentato alla Polizia postale per raccontare quanto accaduto e fare in modo che nessuno si appropri più della sua identità “per truffare altre persone con la scusa di raccogliere soldi per i bambini dell’Africa”. Prima che agli agenti della Polizia postale, però, Vitali si era rivolto direttamente a Instagram e Facebook, da cui però ha ricevuto “picche”. “Mi hanno detto che secondo loro non c’era nulla di illecito in quello che stavano facendo queste persone che mi hanno ‘rubato’ il profilo. Perché hanno detto che io non sono una persona famosa per cui non c’è niente di male. Invece a un mio amico che aveva messo per scherzo come immagine di profilo la foto di Cannavaro hanno bloccato Facebook per un mese”. Eppure, nonostante per Facebook e Instagram non ci sia nulla di irregolare, a oggi, secondo quanto individuato dall’ex presidente della Provincia, sono ben 4 gli account Instagram che usano la sua faccia, e 2 i profili Facebook che fanno lo stesso. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782