domenica 20 settembre 2020 07:44
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Nuovo lungomare, spunta la grana dei parcheggi

Rimini. Nuovo lungomare, spunta la grana dei parcheggi

Lungomare, la grana dei parcheggi

Operatori in pressing per avviare i lavori sotto piazzale Fellini. “Rischiamo l’isolamento”

MANUEL SPADAZZI - Via i turisti, tornano gli operai. Sono già ripresi, sia a Miramare che nella zona di Rimini nord, i lavori per completare il lungomare. A Marina centro invece il primo tratto tra i piazzali Fellini e Kennedy è stato ultimato da alcune settimane. Ma anche qui si ripartirà presto con i cantieri per completare la parte di lungomare lato monte. Se la nuova cartolina di Rimini sta lentamente prendendo forma, restano due nodi da sciogliere. Uno l’ha sollevato qualche giorno fa Paolo Maggioli, il presidente di Confindustria Romagna: il Comune deve sbloccare gli interventi sul lungomare da parte dei privati “altrimenti il Parco del mare, così com’è oggi, resterà isolato”. L’altro tema fondamentale è quello della sosta. Il Comune ha rinviato la realizzazione del maxi parcheggio sotterraneo da 400 posti previsto in piazzale Fellini. “Ma siamo già al progetto definitivo per l’intervento – garantisce l’assessore alla Mobilità, Roberta Frisoni –. Così come sono già in fase avanzata di progettazione anche le altre aree di sosta previste nella zona mare: il parcheggio sotterraneo in piazzale Tripoli (da 392 posti) e quello sopraelevato che sarà realizzato in piazzale Medaglie d’oro (qui si passerà dai 110 posti attuali a quasi 250). Stiamo definendo le modalità di finanziamento”. Quello in piazzale Fellini sarà il primo a partire, ma sui tempi l’assessore non si sbilancia. Per albergatori e bagnini di Marina centro fare un’altra stagione estiva senza un adeguato numero sarebbe un bel problema. “Per carità, il nuovo lungomare è bellissimo e va dato atto al Comune di aver migliorato e riqualificato la zona – è la premessa di Fabrizio Paglierani, titolare del bagno 26 e presidente dei bagnini di Confesercenti –. Ma il problema della sosta rimane. Quest’anno si è fatto particolarmente sentire, insieme ai disagi per i ritardi del cantiere. Mancano stalli per le auto e per le moto. Inoltre sarebbe ora che il Comune cominciasse a prevedere aree di sosta anche per le biciclette. Il nuovo lungomare sarà sempre più percorso da chi viene al mare in bici, ed è giusto prevedere anche i parcheggi dedicati alle bici”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782