lunedì 30 novembre 2020 08:03
RASSEGNA STAMPA

Rimini. «Ho capito subito che Nicholas era morto»

Rimini. «Ho capito subito che Nicholas era morto»

«Ho capito subito che Nicholas era morto»

Parla il padre del bimbo di 4 mesi spirato nella culla. «Ringrazio i medici che hanno cercato di restituirmi il mio piccolo»

GRAZIA BUSCAGLIA. Nicholas non c’è più. E’ volato via, in cielo. All’improvviso. Come solo gli angeli sanno fare. E lui, un angelo, lo è diventato davvero. Nicholas è morto giovedì mattina, a quattro mesi, nella sua culla a Marebello, vittima di quella che sembra essere la ’Sids’, la sindrome improvvisa della morte in culla del lattante, più conosciuta come morte bianca o in culla. Una tragedia immensa che ha gettato nel dolore più atroce e inconsolabile la sua famiglia, i suoi nonni, zii, cugini, ma soprattutto i suoi genitori ed anche suo fratello. Tra le lacrime, ma con una grande forza d’animo, a raccontare Nicholas è proprio il suo padre, un imprenditore riminese. (...)

Tratto da Il Resto del Carlino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782