domenica 7 marzo 2021 06:38
RASSEGNA STAMPA

Emilia Romagna. Coronavirus, il direttore Ausl: "Rischiamo il collasso dei nostri ospedali"

Emilia Romagna. Coronavirus, il direttore Ausl:

Il direttore dell’Ausl: “Rischiamo il collasso dei nostri ospedali”

MANUEL SPADAZZI - La decisione è stata impopolare. Molti ancora non capiscono perché, dopo che il governo ha confermato l’Emilia Romagna in zona arancione, per Rimini e le altre province della Romagna la Regione abbia deciso di istituire la zona rossa a partire da domani. Nella decisione presa venerdì ha pesato, tantissimo, la relazione dell’Ausl Romagna.

Il quadro è così allarmante? “Lo è – conferma il direttore generale Ausl, Tiziano Carradori – per come è cresciuta esponenzialmente la curva dei contagi e dei ricoveri”. (…)

Qual è esattamente la situazione negli ospedali? “Abbiamo 522 malati nei reparti Covid (di cui 160 a Rimini). Solo una settimana fa pensavamo di raggiungere questo valore verso il 22 marzo, invece ci siamo già arrivati e si rischia di salire rapidamente a 650 ricoverati. Nelle Terapie Intensive i pazienti Covid sono oltre 40, sono cresciuti del 67% in pochi giorni”.

Si torna in zona rossa per evitare il collasso della sanità? “Sì, vogliamo evitare la situazione di un anno fa, quando tutta l’attività sanitaria si era bloccata a causa della pandemia. Non ci sono solo i malati Covid, dobbiamo garantire un’adeguata assistenza anche agli altri”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782