mercoledì 9 giugno 2021 08:26
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Condannati ex Oss per maltrattamenti in una casa di riposo

Rimini. Condannati ex Oss per maltrattamenti in una casa di riposo

Maltrattamenti nella casa di riposo, condannati ex operatori socio sanitari

ENRICO CHIAVEGATTI - Due condanne e un'assoluzione, quella per cui l'accusa, sostenuta dal pubblico ministero Paola Bonetti che aveva seguito anche le indagini, aveva chiesto la pena più pesante: 5 anni e 11 mesi. Si è concluso così ieri mattina, il processo a carico di tre ex operatori di una casa di riposo della Valconca, accusati di maltrattamenti e lesioni nei confronti degli anziani degenti. La giudice per le udienza preliminare Benedetta Vitolo, con rito abbreviato come richiesto dal difensore l'avvocato Massimiliano Orrù, ha condannato a due anni di reclusione (pena sospesa) due ex operatori sanitari della residenza sanitaria assistita: una donna di 56 anni ed un uomo di 60 (l'accusa aveva chiesto una pena di 4 anni). Ha invece assolto “per insufficienza di prove”, un altro ex collega, oggi 70enne, sul cui capo pendeva anche l'accusa di violenza sessuale ai danni di un'ospite 90enne: per lui la Pm, come detto, aveva chiesto la condanna a 5 anni e 11 mesi. Una contestazione, quella del presunto stupro, che prima ancora del Gup non aveva trovato “credito” dal tribunale del Riesame di Bologna che aveva negato l'arresto del 70enne. Questo perché - scrivevano nella motivazione i giudici felsinei - la visione delle immagini facevano chiaramente intendere che le azioni contestate all'uomo, erano gesti obbligatori per sostituire un pannolone e non molestie sessuali sull'anziana ospite. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782