domenica 12 settembre 2021 10:13
CRONACA

Rimini. Sale senza biglietto sul bus: poi è l’inferno. Accoltella 5 persone, bimbo ferito alla gola

Rimini. Sale senza biglietto sul bus: poi è l’inferno. Accoltella 5 persone, bimbo ferito alla gola

Sale senza biglietto sul bus: poi è l’inferno Accoltella 5 persone, bimbo ferito alla gola


Somalo aggredisce due controllori, poi scappa e durante la fuga colpisce altre tre persone. Il piccolo è in pericolo di vita Il folle ha tentato di prendere possesso di una macchina minacciando due automobilisti. Poi è stato catturato sul Metromare

Cinque persone ferite tra cui un bambino di 6 anni, che ora è in fin di vita. E’ l’11 settembre di Rimini. Nella giornata del ricordo della tragedia negli Usa a Miramare si consuma la folle violenza a opera di un 26enne somalo. Il bilancio dell’aggressione di ieri pomeriggio è pesantissimo: 5 persone accoltellate, tra cui un bambino che ha avuto la sfortuna di trovarsi sulla strada dell’aggressore. Gli ha reciso la giugulare con un fendente: il piccolo, ricoverato all’ospedale Infermi. Tutto succede nel giro di pochi minuti. Il pomeriggio di terrore a Miramare comincia a bordo del bus della linea 11. Il giovane africano è tra i passeggeri. All’altezza della fermata vicino a Riminiterme gli si avvicinano i due controllori, due donne, per chiedergli il biglietto. Ma lui risponde estraendo il coltello. Aggredisce le due donne, ferendole davanti agli occhi attoniti degli altri passeggeri, che danno l’allarme. Scatta l’allarme, l’aggressore intanto scappa per le strade di Miramare. Prova a rapinare due automobilisti, uno dopo l’altro, per fuggire in auto. Non ci riesce, ma la sua furia è incontenibile. Lungo la strada, nella sua folle fuga, ferisce altre tre persone. Una di queste è un bambino di soli 6 anni. La lama gli recide la giugulare. Sul posto arrivano varie ambulanze. I due controllori vengono portati a Cesena: ad avere la peggio una delle due donne, ferita al collo. Intanto la caccia all’uomo della polizia prosegue senza sosta. Grazie ad alcuni testimoni, gli agenti capiscono che l’aggressore potrebbe essersi allontanato a bordo del Metromare. Fanno fermare il mezzo, ed è proprio sul Trc che trovano il somalo e lo arrestano, a un’ora di distanza dall’aggressione consumatasi sul bus.Il pm Davide Ercolani ha subito disposto il fermo dell’accoltellatore. Tuttora in corso le indagini della Polizia, che ha impiegato anche la Scientifica per i rilievi sul bus (...)

Articolo tratto da Resto del Carlino

---

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui: paypal.me/libertas20
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782