10° congresso della Federazione Pubblico Impiego della CDLS

Federazione Pubblico Impiego tra contratto e riforma

“Contratto e riforma: occasioni di sviluppo”. E’ il titolo scelto per il 10° congresso della Federazione Pubblico Impiego della CDLS. Appuntamento in calendario giovedì prossimo (12 febbraio) presso la sala del Castello di Domagnano.

Sono 154 i delegati, in rappresentanza dei 1300 iscritti alla federazione, che seguiranno i lavori congressuali e che sono chiamati ad eleggere il nuovo direttivo della FPI-CDLS.

“Questo decimo appuntamento congressuale – spiega il segretario uscente, Marco Tura – coincide con un passaggio cruciale per i circa 4 mila dipendenti pubblici: l’apertura del tavolo negoziale per il rinnovo del contratto. Non solo: la trattativa contrattuale si intreccia a sua volta con il processo di riforma dell’Amministrazione Pubblica, altro passaggio ormai considerato indispensabile per migliorare l’efficienza dei servizi delle macchina statale e le condizioni dei lavoratori pubblici”.

Il segretario della FPI-CDLS ricorda che le proposte sindacali di rinnovo contrattuale sono state ampiamente discusse con i dipendenti della PA, incassando l’80% dei voti favorevoli: “Il congresso – sottolinea – deve rappresentare l’occasione per dare slancio al negoziato contrattuale e quindi orientare tutti gli sforzi al tavolo della riforma del settore pubblico”. Linee di riforma che la Federazione Pubblico Impiego della CDLS ha voluto riassumere in tre parole chiave che fanno da sfondo al 10° congresso: per una reale autonomia gestionale; per valorizzare la crescita professionale; per qualificare la Pubblica Amministrazione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy