A San Marino il Psrs apre il campionato delle scelleratezze

La proposta del  Partito Socialista Riformista Sammarinese di far precedere la riforma fiscale da un condono fiscale tombale  (come già proposto da  Gabriele Gatti   ed Ernesto Benedettini, entrambi del Partito Democratico Cristiano Sammarinese)  apre una nuova stagione di scelleratezze nel panorama politico sammarinese a danno della gente. La  gente comune che non ha certo come prima preoccupazione quella di non pagare le tasse,  ma di avere assicurato un reddito, un semplice comune reddito da lavoro, specie per i propri figli.

Apripista di questa nuova stagione  di decisioni contro la gente ed il bene comune del Paese è stata la famigerata delibera del Consiglio dei XII presa dai politici  in una atmosfera  da patto d’onore. 

In sostanza la casta  vuole mettere al sicuro da subito dagli occhi dei  profani   quel sottobosco politico coltivato con  tanta cura da oltre una  decina di anni: 548 società anonime, oltre 300 immobiliari, 120 fondazioni circa, migliaia di società per azioni e società
a responsabilità limitata con azioni e quote intestate a fiduciarie anche di
paesi offshore. Il tutto fatto sopravvivere con l’escamotage di abolire le società anonime ma non l’anonimato societario.

Leggi la risposta del Partito Socialista Riformista Sammarinese: San
Marino, Psrs: rettifica e precisazione sul condono fiscale tombale

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette di
Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy