Accertamenti del fisco: 23 milioni di euro scovati a Rimini (+15% sul 2007)

Oltre 257 milioni di euro, con un
incremento rispetto al’anno precedente del 25%
. Tanto hanno
‘fruttato’ gli accertamenti effettuati nel 2008 dall’Agenzia
delle Entrate dell’Emilia-Romagna sui contribuenti ‘distratti’,
quelli che hanno dichiarato un volume d’affari inferiore a quello
reale e redditi falsati.
Dei 257 milioni riscossi a seguito degli accertamenti, 56,5
arrivano da Bologna (+39,5%), 40 da Modena (-3,61%, ma nel 2007
c’era stato un recupero straordinario), 26 da Ravenna (+52,94%) e
da Reggio Emilia (+18,19%), 25 da Forli’-Cesena (+47,06%), 24
milioni da Parma (+33,33%), 23 da Rimini (+15%), 20,5 da Ferrara
(+28,13%), 16 da Piacenza (+23%). A Parma c’e’ stata una
maggiore crescita dell’imposta accertata: 181 milioni di euro,
+206,78%.
Sul fronte dei servizi, sono stati serviti oltre 797
mila utenti, restituiti 1,22 miliardi di euro di Iva e 126
milioni di imposte dirette. “I dati del 2008 raffrontati con il
2007 mostrano come l’azione di contrasto si e’ ulteriormente
rafforzata sia per volumi che per qualita’”, osserva Gentile, che
ha annunciato l’apertura in questi giorni della direzione
provinciale di Rimini
, che sara’ seguita entro giugno da quelle
di Piacenza, Forli’-Cesena, Reggio Emilia e Parma.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy