Accordo per i rifiuti di San Marino, ratificato dall’Emilia Romagna

La Commissione della Regione (favorevoli Partito Democratico ed Italia dei Valori, contrari Forza Italia e Gruppo della Libertà) ha ratificato

l’accordo fra Emilia Romagna e Repubblica di San Marino.

per la gestione dei rifiuti di quest’ultima. Anche rifiuti speciali, anche pericolosi, destinati al recupero e allo smaltimento che avverrà nel territorio dell’Emilia Romagna.

La massima quantità annuale di rifiuti speciali che San Marino può confluire è pari a 20.300 tonnellate, di cui 16.500 circa destinate al recupero e 3.800 allo smaltimento.

I partiti di opposizione nel Consiglio regionale non hanno mancato, nell’occasione, di chiedere che San Marino diventi autosufficiente, come era intuibile,

viste le dichiarazioni rilasciate in precedenza da acuni consiglieri.

I partiti di maggioranza di centro sinistra hanno sottolineato l’impegno assunto da San Marino di provvedere entro un anno alla realizzazione di un centro di raccolta e pre-trattamento, di adottare una normativa in materia di gestione per garantire omogeneità nella classificazione e identificazione dei rifiuti, la tracciabilità della loro gestione dalla produzione alla raccolta.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy