Achille Lauro in gara all’Eurovision 2022 per San Marino, ma l’Italia non potrà votarlo in semifinale

Achille Lauro è il vincitore della finalissima di “Una Voce per San Marino”, ma sfortunatamente l’Italia non potrà votarlo nella semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022 a Torino.

L’edizione italiana dell’Eurovision Song Contest, in programma al PalaOlimpico di Torino dal 10 al 14 maggio 2022, si articolerà, come nelle precedenti edizioni, in due semifinali e una finale.

Nella 1ª semifinale, in programma il 10 maggio 2022, potranno votare i 18 Paesi in gara (Albania, Svizzera, Lettonia, Slovenia, Bulgaria, Moldavia, Ucraina, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia, Russia, Portogallo, Danimarca, Armenia, Austria, Croazia, Islanda e Grecia) e due dei cosiddetti “Big Five” (Italia e Francia), mentre nella 2ª semifinale, prevista due giorni dopo, gli altri 18 Paesi in gara (Australia, Georgia, Cipro, Serbia, Finlandia, Azerbaigian, San Marino – rappresentata da Achille Lauro con la canzone “Stripper” -, Israele, Malta – rappresentata da Emma Muscat, partecipante alla 17ª edizione di “Amici di Maria De Filippi” -, Montenegro, Romania, Repubblica Ceca, Polonia, Belgio, Macedonia del Nord, Svezia, Estonia e Irlanda) assieme agli altri tre dei cinque “grandi Paesi” che hanno il diritto di accedere direttamente alla Grand Final dell’Esc (Spagna, Regno Unito e Germania).

Alla serata finale dell’Eurovision Song Contest, prevista il 14 maggio 2022 e alla quale parteciperanno anche gli italiani Mahmood & Blanco – vincitori di Sanremo quest’anno con la bellissima canzone “Brividi”, capace di ottenere il maggior numero di stream raccolti nel giro di 24 ore in Italia su Spotify, accumulandone oltre 3,3 milioni e piazzandosi nella top 5 globale della stessa piattaforma musicale -, invece, avranno diritto di voto tutti i Paesi coinvolti nell’edizione italiana, sia quelli qualificati che quelli eliminati.

In parole povere, nella seconda semifinale della kermesse canora più famosa al mondo gli italiani non potranno dare il proprio voto ad Achille Lauro, rappresentante di San Marino all’Eurovision 2022, a meno che non siano residenti all’estero, così come il Titano non può autovotarsi.

Se il tre volte partecipante al Festival di Sanremo dovesse riuscire a conquistare l’accesso alla Grand Final dell’Eurovision Song Contest rientrando tra i primi 10 Paesi qualificati della semifinale in cui si gareggia, allora gli italiani residenti nella propria Nazione potranno votarlo il prossimo 14 maggio per far sì che possa guadagnare i 12 punti al televoto.

Lauro rappresenterà la Repubblica più antica del mondo all’Eurovision Song Contest grazie alla splendida vittoria ottenuta con il brano rockeggiante e trascinante “Stripper” a “Una Voce per San Marino”, concorso canoro internazionale organizzato da San Marino Rtv, Media Evolution e segreteria di Stato per il Turismo per scegliere il rappresentante del Titano all’edizione 2022 della kermesse artistica più seguita al mondo.

Sul podio, deciso dalla giuria di qualità presieduta da Mogol, anche Alessandro Coli-Burak Yeter (secondi classificati e riceventi della menzione speciale della Giuria Radio & Tv) e il cantante inglese Aaron Sibley (terzo classificato e vincitore della categoria “Emergenti”).

L’artista romano è stato capace di portarsi a casa il Premio della Giuria Radio & Tv per il brano più radiofonico riuscendo così a centrare un “double” alla prima edizione di “Una Voce per San Marino”, che è finito persino in tendenza su Twitter Italia sabato sera scorso con più di 50mila tweet riportanti l’hashtag #UnaVoceperSanMarino.

Durante la finalissima di “Una Voce per San Marino”, tenutasi al Teatro Nuovo di Dogana (Serravalle – RSM) lo scorso 19 febbraio, sono stati assegnati altri premi tecnici: la Targa Speciale del Turismo San Marino è stata consegnata ad Ivana Spagna, 4ª classificata con “Seriously in love”, mentre l’emergente Mate con la canzone “DNA” è stata premiata con il Premio della Critica per la migliore canzone.

Fuori dalla Top 10, purtroppo, la “wild card” di San Marino rappresentata da Fabry & Labiuse feat. Miodio, questi ultimi i primi artisti a rappresentare il Titano all’Eurovision nel 2010, sebbene l’esecuzione del brano “Blu” abbia ricevuto diversi applausi e apprezzamenti dal pubblico presente nella platea del Nuovo di Dogana.
Fabry & Labiuse feat. Miodio, però, possono consolarsi con il fatto che sia finito fuori dai primi 10 classificati anche il “Big” Valerio Scanu, 2° classificato nell’8ª edizione di “Amici di Maria De Filippi” e vincitore dell’edizione 2010 del Festival di Sanremo.

Infine, il segretario di Stato per il Turismo, Federico Pedini Amati, ha commentato in una nota lo strepitoso successo ottenuto dallo show,  annunciando che “insieme a tutte le parti in causa ragioneremo su come procedere verso le prossime edizioni per dare futuro ad un evento che, possiamo dirlo, si attesta a diventare il più prestigioso del nostro palinsesto”.

ANDREA LATTANZI

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy