Acquisizione quartiere fieristico di Belgrado: Bologna e Rimini al rallentatore

Si è completato oggi il quadro della governance della Fiera di
Bologna con la nomina di due vicepresidenti – il segretario generale
della Camera di commercio, Luigi Litardi, e Gino Cocchi, patron
di Carpigiani, come da pronostico – e un amministratore delegato,
Federico Minoli.

Nella prossima riunione, programmata per
il 18 novembre, il cda entrerà nel vivo del piano industriale e
delle iniziative previste nel 2009.

Va, invece, a rilento il
progetto di acquisizione del quartiere fieristico di Belgrado cui
Bologna sta lavorando insieme a Rimini. “E’ un’ipotesi che per
adesso non e’ matura – ammette il presidente di BolognaFiere,
Fabio Roversi Monaco all’agenzia Dire – ci sono tempi più lunghi, visto che il
bando non e’ stato ancora pubblicato”.

Con l’expo riminese Roversi Monaco afferma di “voler collaborare”,
lasciando intendere che il capitolo delle alleanze non è ancora
chiuso, anche se non si parla di una vera e propria integrazione
tra i due poli espositivi, come avrebbero voluto gli enti locali.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy