Alla Biblioteca di Stato presentazione del libro ‘Kabul – Roma, andata e ritorno (via Delhi)’

Martedì 10 Maggio 2016 alle ore 18 alla Biblioteca di Stato di San Marino – Palazzo Valloni sarà presentato il libro “kabul – Roma, andata e ritorno (via Delhi)” appena uscito per Rubettino editore. L’autore Andrea Angeli parteciperà all’incontro condotto da Paolo Rondelli Direttore degli Istituti Culturali di San Marino.

“kabul – Roma, andata e ritorno (via Delhi)” è un libro rivolto a chi si occupa di affari internazionali ma non solo…. è un libro per tutti coloro che vogliono approfondire tematiche legate alle principali crisi mondiali tramite la cronaca diligente e rigorosa di un importante testimone diretto di fatti e personaggi della politica estera e di difesa. La consolidata e straordinaria esperienza di vita che Andrea Angeli può vantare, in quanto è da oltre 25 anni portavoce nel mondo per le missioni di pace di Nazioni Unite e Unione Europea, viene impiegata dall’Italia del governo tecnico che lo inviò in India per svolgere uno spinoso mandato diplomatico e politico a fianco dell’allora sottosegretario agli Affari Esteri Staffan De Mistura. 

Durante la missione Angeli riesce a mettere in luce la vicenda dei fucilieri di marina Latorre e Girone, unendo a particolari del tutto inediti il suo punto di vista oggettivo seppur fortemente coinvolto nel dramma umano vissuto dai due militari italiani. Angeli è dunque partecipe di eventi attraverso i quali è possibile ricavare e comprendere il peso effettivo attribuito all’Italia in un mondo che certamente non può più definirsi eurocentrico.

Lo snodarsi dei fatti, accompagnato dalle osservazioni e valutazioni discrete e puntuali di Andrea Angeli induce il lettore a non lasciare la presa e a leggere questo libro, che tratta argomenti pesanti con elegante leggerezza, senza interruzioni sino alla sua conclusione.

Andrea Angeli, marchigiano, classe 1956, lavora per le Nazioni Unite nel ruolo di peacekeeper. Laurea in Giurisprudenza e in Scienze Politiche, Angeli ha iniziato a lavorare per le Nazioni Unite nel 1987. Il primo incarico è stato a Santiago del Cile, nel delicato passaggio dal regime di Pinochet alla democrazia. Nel tempo, il suo lavoro lo ha portato in Namibia, in Iraq sul finire del decennale conflitto con l’Iran, a New York, in Cambogia, nei Balcani dove ha vissuto l’assedio di Sarajevo dall’Holiday Inn, bunker della stampa e dei funzionari internazionali, posto lungo l’arteria cittadina ribattezzata Sniper Alley, “viale dei cecchini”. 

Nel frattempo, Angeli è transitato alla pubblica informazione, come addetto stampa e poi portavoce nel 1998 per l’Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) a Tirana, in Albania, tornando poi in forza alle Nazioni Unite. Nel 2003 era di nuovo in Iraq, testimone della strage di Nassiriya e vittima egli stesso degli attacchi alla sede locale della Cpa (Coalition Provisional Authority) dell’anno successivo. Con Rubbettino ha pubblicato Professione peacekeeper (2005) e Senza pace (2011). Andrea Angeli, da membro dello staff del Sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura, ha ricevuto il riconoscimento “Laureato dell’anno” 2013 attribuitogli dall’Università di Macerata e dall’Alam.

L’incontro è libero e gratuito. Per informazioni: Biblioteca di Stato e Beni Librari di San Marino – Contrada Omerelli, 13 – Palazzo Valloni – Centro Storico di San Marino – tel. 0549/882248.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy