Andreoli (Psd) ringrazia le associazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro in merito ai referendum

Paride Andreoli, Segretario del Partito dei Socialisti e dei Democratici, ringrazia le due organizzazioni sindacali (Csdl e Cdls) e le organizzazioni dei datori di lavoro (Anis, Unas e Osla)
per aver contribuito a respingere i tre referendum sul lavoro per i quali si è votato domenica 16 marzo.
I referendum, tenutisi domenica scorsa, tendenti ad introdurre modifiche alla Legge n. 131 del 29 settembre 2005 (legge per la proporzione, il sostegno e lo sviluppo dell’occupazione e della formazione) e a ripristinare il meccanismo della scala mobile nella busta paga dei lavoratori dipendenti, ci hanno visti accomunati nell’impegno a difendere posizioni a suo tempo acquisite, che rappresentano un elemento di garanzia e di certezza sia per i lavoratori che per le imprese.
Desidero, dunque, a nome del P.S.D., rallegrarmi con Voi per il risultato conseguito e ringraziarVi per il contributo di analisi e di ragionamento che avete apportato al dibattito nell’ambito dell’opinione pubblica.
Il prevalere netto di posizioni più ragionate e consapevoli nella nostra cittadinanza, segnalato dall’esito dei referendum, è per noi significativo e rappresenta una conferma della necessità di coltivare il dialogo tra le parti.
In tal senso cogliamo questa occasione per rinnovare la nostra disponibilità ad ascoltare e cogliere tutti i contributi utili ad alimentare il confronto ed a ragionare per elaborare sintesi più ampiamente condivise, che possano costituire risposte efficaci ai bisogni dei lavoratori e delle imprese.

Con i più cordiali saluti.

Il Segretario
Paride Andreoli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy