Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Ma daver davero?

L’informazione di San Marino

Ma daver davero?

Antonio Fabbri

Casinò, aeroporto, hotel e banche. Il faraonico progetto per San Marino era questo. Il tutto nato da una scintilla: “Manca l’albergo super-stellato per ospitare Bush senior”. E allora? Bisognerà pur farlo. Progetti faraonici enunciati, annunciati o poco più: tutti abortiti. Tranne il giro dei soldi. Quello c’è stato sul serio. Chi lo voleva portare avanti, l’iperbolico progetto, versò -senza causale, senza giustificazione sottostante, senza carte che rendicontassero il trasferimento di denaro- sei milioni di euro a una società, che poi li trasferì a una fondazione, che poi li spacchettò, tramite una banca, in libretti al portatore finiti nelle mani di politici e non solo, oppure in immobili sempre a beneficio delle stesse persone o in bonifici, sempre a favore degli stessi.

Per tutti questi
passaggi non c’è alcuna pezza
giustificativa. Chi ha mediato
per movimentare i soldi, questo
De Magalhaes, se ne è visti ritornare
485mila di euro. Dei sei
milioni dice di non sapere quale
sia stata la loro fine. Allo stesso
tempo nulla ha fatto per recuperarli,
né chi glieli aveva dati per
il business – sempre senza scritture
o qualsivoglia causale – si
è attivato per recuperarli da lui.
Che mondo ameno è mai questo,
dove una mano lava l’altra e i
soldi si chiedono indietro solo ai
poveracci?
Ora, sarà pure che nei rapporti
interpersonali e internazionali
di “alto livello”, a dire del teste,
“ funziona così”. Sarà pure che
“l’uomo d’affari” si sa vendere
e spendere bene soprattutto con
chi gli dà spago, parlando inglese
e vantando, a suo dire, consulenze
col sultano del Brunei.
Però, per credere che si possano
versare sei milioni di euro
sulla parola e sul sorriso di un
distinto brasiliano senza che ci
sia uno straccio di giustificazione
sottostante, a parte una serie
di voli pindarici mai decollati…
ecco, per credere che tutto
questo sia concreto, la fantasia
deve fare un bello sforzo. Allora
va bene tutto, ma prendersi le
tirate d’orecchie perché San Marino
senza di lui avrebbe perso
investimenti per tre miliardi di
euro e andare al suo cospetto
a mendicare consigli per una
captatio benevolentiae internazionale,
appare sinceramente
troppo.

Ma daver davero è tollerabile che, da ogni dove, possa venire chiunque a prenderci in giro e trovi pure la fanfara dei boccaloni?

Francamente, a uno che ha
versato sei milioni di euro e dice
di non sapere che fine abbiano
fatto, non darei la consulenza
neppure per la gestione della
paghetta che mio figlio ancora
non ha.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy