Approvazione dello Statuto

Approvato lo Statuto!


L’assemblea di Sinistra Unita, svoltasi nella giornata di martedì 2 Febbraio dalle ore 18.00 alle ore 23.00, ha esaminato e approvato lo Statuto del movimento e valutato l’esigenza di una struttura organizzativa per la Coalizione Riforme e Libertà.


Lo statuto prevede un partito aperto con il ruolo centrale del Consiglio Direttivo, che sostituisce l’Assemblea dei fondatori del Movimento.

Il Consiglio direttivo rimane aperto alla partecipazione di tutti i cittadini che vogliano parteciparvi, e fino al primo Congresso del Movimento, chiunque parteciperà acquisirà il diritto di voto dopo la quarta presenza consecutiva.

Il Consiglio Direttivo sarà composto dai fondatori del movimento e dai candidati delle ultime elezioni politiche.


Lo Statuto prevede la tendenza alla presenza paritaria di genere in tutti gli organismi, con soglia minima del rapporto 1/3 – 2/3 fra i generi.


Sono previsti articoli importanti relativi alla partecipazione, formazione e rotazione delle cariche al fine di conseguire la continuità del movimento.


Lo Statuto prevede i seguenti ruoli:


Coordinatore: Responsabile Politico del Movimento


Presidente: Figura di riferimento per la continuità dei valori, tenutario dell’anagrafe degli iscritti, garante dei valori del movimento e figura centrale per la risoluzione delle controversie.


CapoGruppo Consigliare: responsabile delle attività istituzionali del movimento


Responsabile della Organizzazione: responsabile dei gruppi di lavoro e della efficacia dell’organizzazione del partito.


Responsabile della Comunicazione: punto di raccordo per la divulgazione delle idee di Sinistra Unita attraverso i tutti i media a disposizione.


Segreteria Politica: composta dalle figure di cui sopra con l’aggiunta di altre 2 persone scelte fra i membri del consiglio direttivo, responsabile della attuazione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo.


Alla Segreteria Politica parteciperanno in via temporanea fino al primo Congresso anche il Segretario di Rifondazione Comunista e del Coordinatore di Zona Franca.


I Gruppi di Lavoro avranno la funzione di sviluppare e approfondire tematiche sul piano tecnico-politico e in questa fase dovranno essere lo strumento per la definizione dei documenti per il primo Congresso.


I Gruppi di lavoro avranno piena autonomia operativa e dovranno stabilire collaborazioni con il mondo del lavoro, sindacale e dell’associazionismo.


L’Assemblea ha anche valutato l’esigenza di strutturare l’organizzazione della Coalizione Riforme e Libertà nella direzione tracciata dei recenti incontri di Coalizione.


Prossimamente si procederà alla nomina di tutti gli organismi, secondo le direttive previste nello Statuto e alla definizione delle competenze e della struttura della Coalizione Riforme e Libertà, strumento necessario per raccordare in maniera efficace il ruolo di opposizione della Coalizione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy