Ases plaude la decisione del Consiglio dei XII sulle residenze

Il
Consiglio dei Dodici ha approvato una delibera, dove si elimina il
vincolo dei sei anni per l’intestazione degli immobili ai Residenti
nella Repubblica di San Marino, per alcuni è stato un passo epocale,
mentre per noi più semplicemente, è stato riconosciuto un diritto
che vige in tutti i stati del mondo.

Noi
dell’ASES siamo chiaramente d’accordo in questo provvedimento,
tant’è che era compreso nelle nostre proposte, dove tra l’altro,
negli incontri avvenuti con i Partiti abbiamo riscontrato una
condivisione unanime.

Ora
puntualmente, come sempre nella storia politica di San Marino,
iniziano le battaglie demagogiche, per dare contro a quello, contro
quell’altro, questi avevano detto e gli altri avevano fatto.

Se
facciamo mente locale e andiamo a rivedere la “legge obbiettivo”,
elaborata dai partiti che governavano nel 2008 (che ora sono
all’opposizione), troveremo che si voleva permettere ai residenti
di intestarsi un immobile!

Quindi?
Se la delibera è stata approvata dal Patto, quale partito può
contestare oggi questa iniziativa? L’unica cosa che si può
contestare veramente alla maggioranza è che è stata tardiva, senza
un confronto e che il loro programma non era né lungimirante e tanto
meno adeguato ai tempi.

Comunque
le polemiche sono inutili, anche se legittime, pertanto chiediamo a
tutte le forze politiche di fare uno sforzo a calmare gli animi e a
non cadere nelle logiche della vecchia politica, dove i partiti di
opposizione attaccano il Governo qualunque cosa faccia, sia positiva
che negativa.

Questo
è un periodo molto difficile, tutti assieme dobbiamo contribuire per
la salvezza del nostro Paese ed ognuno sarà responsabile delle
proprie azioni.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy