Assemblea Generale e Festa di Sant’Agata per la Comunità di Grenoble

Assemblea Generale e Festa di Sant’Agata per la Comunità di Grenoble
Domenica 8 febbraio è stata una giornata molta impegnativa per il direttivo dell’ Associazione dei sammarinesi e per il Console di Grenoble,
Infatti, in questo periodo invernale e di brutto tempo il Direttivo dell’associazione ha deciso di riunire 2 momenti importanti della vita di quest’associazione: l’assemblea generale e la celebrazione della festa Nazionale di Sant’Agata in una sola giornata e nello stesso luogo, per evitare ai partecipanti, alcuni venendo da lontano, di fare 2 spostamenti.
L’assemblea è cominciata alle 10. Il Presidente ha aperto la riunione. Sono stati presentati le attività e i risultati dell’Associazione ambedue approvati all’unanimità. Si è poi proceduto al rinnovo del consiglio di amministrazione dell’Associazione. Il nuovo consiglio è stato eletto all’unanimità. Il Presidente ha ringraziato tutti e particolarmente  i 3  uscenti ed i 3 entranti. La  riunione si è conclusa con un applauso.
 A mezzogiorno il Presidente insieme al console della circoscrizione consolare hanno accolto i 120 partecipanti alle festività di Sant’Agata.
Molte personalità erano presenti: i sindaci delle città di Crolles e Villard-Bonnot dove risiedono molti concittadini, membri della giunta di Froges città gemellata con Acquaviva, il Console di Slovacchia e i Presidenti Onorari senza dimenticare tutto lo staff del direttivo dell’associazione presente oggi e che aveva preparato il giorno prima la sala attaccando le bandiere, la bianco-azzurra di San Marino e la tricolore francese cosi come dei poster di San Marino.
Al momento dei discorsi si è ribadito le origini di questa Festa ed il significato molto particolare che rappresenta per i sammarinesi ovunque siano. L’aspirazione alla Libertà, alla Giustizia e alla Sammarinesità sono sentiti in modo molto forte a Grenoble.  Il Console ha presentato il saluto del Segretario di Stato per gli Affari Esteri e scusato i membri del Parlamento Francese. Dopo gli inni nazionali si è conclusa la parte ufficiale lasciando posto alla parte di divertimento, pranzo, ballo, degustazione dello spumante di San Marino e canzoni romagnole.
René Rastelli Grenoble

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy