Attiva – Mente: Sport e Disabilità, a San Marino da chi di dovere ancora nessuna soluzione ai problemi

Nonostante il fatto che Attiva-Mente prima ed il Comitato Paralimpico Sammarinese poi, abbiano deciso di uscire dalla Federazione Sammarinese Sport Speciali (FSSS), il Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese (CONS), e la stessa FSSS, vorrebbero ancora che quest’ultima, coordinasse, affiliandole ad essa, tutte le organizzazioni che si occupano di sport per persone disabili, senza voler risolvere le difficoltà che ci sono.

Il problema infatti, e nessuno lo dice, è che la FSSS sino ad oggi, non ha mai investito nulla al di fuori della filosofia Special Olympics, che seppur importantissima, è particolare, non è agonistica, ed è esclusivamente rivolta alle persone con disabilità mentale…lasciando così ai margini ad esempio il settore Paralimpico che è prettamente agonistico, comprende tutte le disabilità e fa riferimento alle Olimpiadi parallele (Paralimpiadi).

Inoltre, FSSS e Special Olympics San Marino non possono essere la stessa cosa, mentre di fatto è così: Special Olympics San Marino non ha un Direttivo, un Codice Operatore, ecc…La presidenza della FSSS se volesse essere conseguente alle proprie finalità statuarie, oltre a risolvere la questione dell’incompatibilità tra l’essere a capo della FSSS e di Special Olympics San Marino, dovrebbe investire nella promozione dello sport per TUTTE le persone disabili che possono o desiderano farlo.

Invece ne la FSSS e ne il CONS hanno mai promosso e destinato risorse per l’avviamento e la promozione dello Sport Paralimpico in Repubblica, neanche negli anni in cui Attiva-Mente prima ed il Comitato Paralimpico Sammarinese (CPS) poi, erano affiliati alla FSSS. Ma questo guarda caso, nessuno lo dice.La bandiera di San Marino non ha mai sventolato alle Paralimpiadi, difficilmente sventolerà alle prossime, e non sventolerà mai probabilmente se la situazione permane tale con buona pace di chi governa lo sport sammarinese.

I vertici del CONS, che da anni conoscono queste problematiche ed anomalie, hanno il dovere di dare una risposta, purtroppo però, piuttosto che ammettere le difficoltà che ci sono e addivenire ad una soluzione che riconosca le rispettive esigenze e proporzioni, preferiscono negare questa situazione. Anzi, hanno avuto anche il “buon gusto” e la “felice intuizione” di scrivere sui giornali che il Settore paralimpico non è particolarmente vivace. Che dire, “complimenti”!

Esistono persone con altre forme di disabilità, e conseguentemente con anche altre esigenze, a cui chi Governa lo Sport a San Marino deve dare le stesse possibilità di farlo, esprimendosi attraverso canali autonomi ed adeguati alla proprie esigenze date dalla diversa situazione-condizione psico-fisica.

Attiva-Mente, che già da tempo è uscita dalla FSSS, è nuovamente intervenuta diversi mesi fa su questa situazione, avanzando una Proposta che ad oggi è stata completamente ignorata da chi di dovere.

Questa triste situazione è piuttosto datata e noi continueremo a denunciarla, poichè permangono ancora oggi ombre e disparità.

Per le ragioni sopra esposte, noi non parteciperemo alla prossima edizione di Sport in Fiera.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy