Baci e carezze a pipistrelli, turista di un anno e mezzo finisce in ospedale a Novafeltria

Baci e carezze a pipistrelli, turista di un anno e mezzo finisce in ospedale a Novafeltria

Rassegna stampa – Una bimba di un anno e mezzo è stata sottoposta d’urgenza a un trattamento antirabbico in Pronto Soccorso dopo essere entrata in contatto con le nottole durante un soggiorno a Novafeltria

FRANCESCO ZUPPIROLI – È con l’ingenuità di chi, a un anno e mezzo appena, conosce il mondo passo dopo passo, che mercoledì scorso una bambina del Nord Europa in vacanza insieme alla famiglia in Valmarecchia, dalle parti di Novafeltria, è stata sorpresa dalla madre mentre curiosava vicino a tre piccoli animaletti. Nulla di apparentemente allarmante, sino a quando la madre, non riconoscendo bene le bestiole che la figlioletta stava accarezzando e baciando, non l’ha scostata per sbirciarle tra le mani. È stato allora che la scoperta si è fatta raccapricciante, quando la madre ha visto la propria bambina tenere stretto un cucciolo di pipistrello ancora vivo, mentre a terra, morti, si trovavano altri due pipistrelli di più grandi dimensioni. Immediatamente la madre, preoccupata per il contatto tra la piccola e le nottole, ha così allontanato la figlia e l’ha subito trasportata al Cau di Novafeltria, dove la rotta da percorrere è stata così tracciata con la consulenza del Cav di Pavia. Il verdetto: un trattamento antirabbico a base di vaccino e immunoglobuline. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy