Badanti, i problemi vanno affrontati con razionalità e rigore, senza troppi allarmismi. Csdl

Badanti, i problemi vanno affrontati con razionalità e rigore, senza troppi allarmismi
23 ottobre 2013 – È un modo eccessivamente allarmistico e un po’ grossolano quello che è stato usato per illustrare sotto l’aspetto sanitario la situazione delle badanti a San Marino. È innegabile che la presenza di un numero significativo di assistenti per anziani nel nostro paese, provenienti da realtà molto diverse dalla nostra, pone problematiche non trascurabili, e proprio per questo il tutto va affrontato con equilibrio e razionalità.  
Lo scopo è quello di trovare soluzioni per tutelare la salute pubblica della popolazione; in tal senso a livello preliminare occorre che per il rilascio dei permessi di lavoro si adottino criteri molto rigorosi per accertare i necessari requisiti di salute e idoneità fisica alla mansione e impedire l’ingresso di persone che risultassero affette da gravi patologie trasmissibili. Anche nel rilascio periodico dei rinnovi dei permessi di lavoro, si può intervenire per tutelare la salute delle famiglie e della collettività.
In generale, da anni la CSdL e la sua Federazione Pensionati hanno più volte sottolineato la necessità di adottare un maggiore rigore nell’applicazione delle norme generali in vigore e un sistema di controlli più efficace e puntuale.
Circa le preoccupazioni per l’elevata spesa sanitaria da parte dell’ISS, tale spesa va tenuta sotto controllo per evitare abusi nell’accesso alle prestazioni sanitarie nel lungo periodo. Lo scopo di questa azione complessiva, che deve coinvolgere tutti gli organismi preposti, va finalizzato – oltre che alla tutela della salute pubblica – anche a sburocratizzare e snellire le procedure e in generale a tutelare e sostenere le famiglie.
Da parte nostra vogliamo dare un contributo per migliorare la realtà di questo indispensabile servizio, attraverso un approccio costruttivo e responsabile che tuteli al meglio tutte le parti coinvolte; un approccio solo allarmistico rischia invece di non risolvere i problemi e di andare in tutt’altra direzione. Perciò attendiamo di conoscere le proposte della Segreteria di Stato per la Sanità e dell’ISS in materia per il necessario confronto, che deve continuare anche successivamente per la revisione e l’aggiornamento complessivo del regolamento badanti, adeguandolo alla nuova realtà in cui si trova il nostro paese.
CSdL
FUPS-CSdL (Federazione PensionatI)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy