Banca del Titano: acquistata da San Marino Investimenti, cioè Pasquini-Nasi-Agnelli

La Banca del Titano, secondo il Sole24Ore, è stata acquistata per la somma simbolica di tre euro: si è trattato ‘dell’offerta più credibile, e migliore, facendo la debita proporzione fra nome dell’acquirente, piano industriale di rilancio e appunto offerta economica‘. In aggiunta c’è un assegno di 8milioni di euro per coprire parte del buco accumulato.

Il passaggio di proprietà sarebbe avvenuto, a quanto riferisce la Voce di Romagna, il 25 ottobre scorso. Con la ‘copertura di una delle più vecchie finanziarie e fiduciarie locali, Smi (San Marino Investimenti), società anonima che viene identificata con il Conte Enrico Pasquini imparentato con la famiglia Nasi, a sua volta legata agli Agnelli‘.
Le trattative per la vendita della Banca del Titano sono state seguite da Maurizio De Marchis, Commissario straordinario della Banca del Titano, Antonio Valentini, Presidente della Banca Centrale, ed esponenti del Governo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy