BANCHE. BCS, DECRETO GOVERNO MODULA BLOCCO PAGAMENTI. Agenzia Dire-Torre 1

SOGLIA DI UTILIZZO E MORATORIA. DOMANI LA PUBBLICAZIONE
Il governo mette i paletti all’intervento di Banca centrale sulla Banca commerciale
sammarinese. E’ stato infatti gia’ promulgato dai Capitani Reggenti, e verra’ pubblicato domani, il decreto in merito al blocco dei pagamenti alla Bcs, istituto posto in amministrazione
straordinaria alla fine dello scorso ottobre.
Venerdi’ scorso i commissari nominati da Banca centrale, Otello Carli e Sergio Gemma, avevano optato per il blocco totale dei pagamenti per impedire la fuoriuscita di ingenti capitali nel momento in cui si stava concretizzando la possibilita’ di vendita della banca a una “collega” sammarinese. Provvedimento aspramente criticato dall’opposizione ma che anche in seno alla maggioranza non e’ certo passato inosservato. Gia’ nel pomeriggio di venerdi’
si faceva cosi’ avanti l’ipotesi concreta di un decreto per correre ai ripari.

Decreto diventato realta’ questo pomeriggio. Tre i filoni di intervento: in primis viene prevista una soglia di utilizzo di quanto disponibile sui conti correnti fino a un massimo di 2.000 euro. Saranno i commissari a definire questa soglia. Ci sara’ comunque una possibilita’ di deroga a quanto fissato qualora gli stessi commissari lo credano opportuno e in riferimento al pagamento degli stipendi di un’azienda, per il pagamento dei fornitori e degli assegni di mantenimento. Entrambi i paletti riguardano esclusivamente chi ha in disponibilita’ solo il conte

corrente alla Bcs e non anche in altri istituti. Infine viene introdotta una moratoria, per tutta la durata del blocco, per i pagamenti delle imposte, dei servizi pubblici e dei leasing, sempre in riferimento ai clienti che hanno un unico conto alla Bcs.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy