BANCHE. CRRSM-DELTA, GIUDICI PRENDONO TEMPO SU OMOLOGA

PIANO MASI (FONDAZIONE S.MARINO): NESSUNA SORPRESA, SIAMO SERENI
Nessuna decisone ne’ sull’omologa al piano di ristrutturazione del debito ne’ sui ricorsi presentati.
Non c’e’ ancora la parola fine sulla vicenda Cassa di risparmio di San Marino-Delta. L’udienza di oggi al tribunale di Bologna non ha infatti sciolto i nodi. I giudici hanno deciso, come spesso accade in questi casi, di prendersi un po’ di tempo per decidere, probabilmente nel giro di qualche settimana, senza comunque fissare una data per una nuova udienza, per cui la decisone potrebbe anche essere comunicata direttamente alle parti
interessate. “Nessuna sorpresa”, commenta il presidente della Fondazione San Marino Cassa di risparmio – Sums, Tito Masi.
“Tutto e’ andato secondo le previsioni- aggiunge- siamo tranquilli e sereni”.
Crrsm, cosi’ come le circa altre 100 banche creditrici, per un totale di 3,3 miliardi di euro, attendono il via libera al piano di ristrutturazione della holding bolognese messo a punto dai commissari straordinari Bruno Inzitari, Enzo Ortolan e Antonio Taverna. Ricevuto l’ok dagli istituti di credito, al piano si sono invece opposti, presentando in tutto 14 ricorsi, gli ex agenti del gruppo e gli ex dirigenti delle societa’ controllate.
E di fronte al tribunale di Bologna hanno manifestato questa mattina proprio gli ex agenti, preoccupati per la loro sorte.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy