BANCHE. CS, DUEMILA CLIENTI DIVISI IN SEI ISTITUTI

ON LINE LA DISTRIBUZIONE DEI CONTI DELL’AZIENDA IN LIQUIDAZIONE
Quasi due mila codici identificativi dei conti correnti spalmati su sei istituti. Sono on line sul
sito del Credito sammarinese gli elenchi della clientela dell’istituto finito in liquidazione coatta che indicano a quale sportello potranno rivolgersi i risparmiatori tra le sei banche che hanno sottoscritto l’accordo con il commissario liquidatore, Leopoldo Varriale, per assicurare i correntisti. In dettaglio, sono 1.721 Ndg, numeri della direzione generale, codici di riconoscimento dei conti, distribuiti tra Cassa di Risparmio di San Marino, Banca agricola Commerciale, Banca di San Marino, Asset Banca, Banca Partner ed Euro Commercial Bank. Non e’ dato sapere gli importi precisi, ma solo quanti Ndg sono stati trasferiti a quello o quest’altro istituto. L’elenco piu’ corposo e’ quello destinato all’Ecb, dove sono presenti 789 codici identificativi.
A seguire, per numero, Banca Partner, a cui sono stati trasferiti 330 conti, poi Asset Banca, che raccoglie 227 Ndg. Le ultime tre banche, che rappresentano anche i tre istituti piu’
grandi per raccolta del Paese, si spartiscono rispettivamente 203 codici per Bac, Crrsm ne acquisisce 107, infine a Bsm la minor quota, con 65 Ndg.
Alle sei banche che hanno sottoscritto l’accordo e si sono fatte carico cosi’ di circa 41 milioni di euro in passivita’, lo Stato ha concesso sgravi fiscali spalmati in otto anni: per i primi sei, potranno cosi’ recuperare annualmente il 15% delle passivita’ ricevute, nel settimo e nell’ottavo anno la percentuale cala al 5%. Per gli istituti con bilanci in rosso, il beneficio si e’ esteso come compensazione al versamento allo Stato sugli interessi: la banche potranno trattenere le stesse percentuali. 

Inoltre, prevedendo il rischio di scompensi di liquidita’ come possibile conseguenza a questa operazione, a seguito di trasferimenti successivi degli stessi correntisti in altri sportelli, Banca centrale ha previsto una linea di credito agevolata per gli istituti aderenti all’accordo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy