Baseball. Gara2. La T&A San Marino perde in casa 8 a 7 contro il Rimini. Di Ramos il punto vittoria

SAN MARINO. Il Rimini Baseball pareggia la serie contro la T&A San Marino imponendosi all’ultimo inning per 8-7 dopo quasi 4 ore di gioco. Allo Stadio dei Pirati è andata in scena una partita in cui è successo praticamente di tutto, errori difensivi, proteste e ben 8 lanciatori impiegati (4 per parte) dove entrambi i manager Munoz e Mazzotti si sono affidati alla rotazione dei pitcher ASI. 

I Pirati rispetto alla sera precedente partono subito bene contro i lanci del partente sammarinese Florian, dopo l’out di Desimoni, Retrosi si guadagna la base ball, poi Flores colpisce una secca linea sul pitcher che devia la pallina in seconda non giocabile dalla difesa titana (Retrosi in terza). Con i corridori ai lati, Florian commette il lancio pazzo che consente a Retrosi di scivolare salvo sul piatto di casa base (1-0), poi Mayora batte un singolo (nessun avanzamento), ma Ramos e Zappone non riusciranno a produrre altro. Nella parte alta della seconda ripresa il partente neroarancio Richetti dopo aver eliminato Mazzuca e Colmenares accusa un problema muscolare al braccio destro che lo costringe ad abbandonare la gara (conto di un ball). Al suo posto dentro Cherubini che sul conto pieno mette a segno un ‘k’ guardato su Imperiali. Alla terza ripresa Rimini segna ancora, Retrosi batte valido ma sul tentativo di arrivo in seconda viene eliminato dal tiro in seconda dell’esterno destro Pulzetti. L’assalto dei padroni di casa prosegue col singolo di Flores e la base ball a Mayora, ma Ramos va strike-out, poi il singolo di Zappone al primo lancio vale la seconda segnatura dei padroni di casa (2-0). Nell’inning seguente San Marino accorcia le distanze, dopo il ‘k’ di Vasquez, Mazzuca colpisce un doppio a sinistra e Colmenares si guadagna la base ball. Sulla doppia rubata il ricevitore riminese Camargo sbaglia l’assistenza in terza consentendo a Mazzuca di pestare il piatto (2-1). La squadra titana sorpassa i Pirati al quinto, Pulzetti si guadagna la base ball e il colpito di Albanese mette fine alla prestazione di Cherubini. Il neo entrato Rivera viene accolto dalla valida di Poma che riempie tutti i sacchetti. I due successivi battitori della T&A Santora e Vasquez realizzano due volate di sacrificio consecutive che confezionano i due punti del momentaneo sorpasso (2-3), poi il ‘k’ guardato di Mazzuca chiude la ripresa. Due riprese più avanti i Pirati finalmente concretizzano e ribaltano il risultato, con due out sul tabellone e Babini in prima, Di Fabio e Desimoni si guadagnano due basi ball in fila che colmano tutti i cuscini. Esce Florian dentro l’ex Godo Galeotti che non avrà un impatto positivo sul match, Retrosi incassa i 4 ball consecutivi che valgono il pareggio (3-3), poi la valida da due Rbi di Flores firma il nuovo vantaggio riminese (5-3). L’intenzionale a Mayora riempie nuovamente i sacchetti. Altro cambio sul monte T&A fuori Galeotti dentro l’ex Padova Crepaldi. Il neo entrato passa in base ball Ramos per il quarto punto dei Pirati in questa ripresa (6-3), poi Zappone sarà il terzo out. Sembra finita ma non è così l’emozioni continuano, all’ottavo la T&A arriva ad un sola lunghezza di distanza, la base ball a Santora e il singolo di Vasquez mettono fine alla prova di Rivera sostituito da Corradini. Il neo entrato incassa la valida di Mazzuca che riempie la basi. Colmenares gira a vuoto il terzo strike, poi Imperiali colpisce il doppio da due punti che rimette in partita i suoi (6-5). Corradini a questo punto passa in base Ermini, poi due secche linee di Pulzetti e Albanese sono preda della difesa neroarancio. Match apertissimo in questo finale, la formazione sammarinese parte forte col singolo di Poma, Santora lo sposta in seconda e Vasquez si guadagna la base ball. Mazzuca realizza un doppio al primo lancio che vale il momentaneo pareggio (6-6). Momento complicato per il pitcher dei Pirati che concede l’intenzionale a Colmenares (basi piene), Imperiali tocca una volata di sacrificio a destra che confeziona il sorpasso ospite (6-7). Sull’azione Mazzuca viene colto in ballerina tra terza e casa base. Proseguono l’emozioni di questa partita dove gli uomini di Munoz si ritrovano con le spalle muro nell’ultimo inning, Mayora è salvo sull’errore di tiro di Colmenares, poi l’ex Ramos esegue un perfetto drag bunt valido sulla prima che mette fine alla prova di Crepaldi. Sale in pedana per la T&A il mancino Oberto. I due corridori neroarancio, sul conto di Caradonna effettuano una doppia rubata importantissima che consentirà al battitore pirata di guadagnarsi l’intenzionale. Momento clou della gara, nel box di battuta si presenta a basi cariche il pinch hitter mancino Bertagnon che realizzerà la walk off hit da due punti sulla riga di foul (proteste sammarinesi) regalando il successo a Rimini per 8-7. 

Questa sera (playball ore 20) la serie si concluderà sul diamante di Serravalle con la decisiva gara3 che decreterà la vincente del trittico. Sul monte assisteremo alla sfida dei lanciatori stranieri tra Hernandez per Rimini e l’ex Parma Camacho per San Marino. 

Gara 2 

T&A San Marino 7 

Rimini Baseball 8 

T&A SAN MARINO: Poma es (2/5), Santora 2b (0/2), Vasquez es (1/3), Mazzuca 3b (3/5), Colmenares int (0/3), Imperiali 1b (1/4), Ermini dh (1/3) (Chiarini pr 0/0), Pulzetti ed (0/2), Albanese r (0/3). 

RIMINI BASEBALL: Desimoni ec (0/4), Retrosi ed/es (1/3), Flores int (3/5), Mayora 1b (2/3), Ramos dh (1/4), Zappone es (1/4) (Caradonna ed 0/0), Camargo r (1/4) (Bertagnon ph 1/1), Babini 2b (0/2), Di Fabio 3b (1/3).

 

SUCCESSIONE PUNTEGGIO 

T&A San Marino 000 120 022 = 7 bv 8 e 2 

Rimini Baseball 101 004 002 = 8 bv 11 e 2

 

PRESTAZIONE LANCIATORI 

Florian (i) rl 5.2 bvc 8 bb 5 so 4 pgl 5 

Galeotti rl 0.0 bvc 1 bb 2 so 0 pgl 1 

Crepaldi (L) rl 2.1 bvc 1 bb 1 so 1 pgl 1 

Oberto rl 0.0 bvc 1 bb 1 so 0  

Richetti (i) rl 1.2 bvc 0 bb 0 so 2 

Cherubini rl 2.1 bvc 2 bb 3 so 2 pgl 2 

Rivera rl 3.0 bvc 2 bb 1 so 2 pgl 2 

Corradini (W) rl 2.0 bvc 4 bb 3 so 1 pgl 2  

NOTE Doppi di Mazzuca 2 e Imperiali. Errori: Camargo, Mayora, Colmenares e Vasquez. 

Simone Drudi 

Ufficio Stampa

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy