Benzina e diesel costano 1,5 euro al litro, automobilisti italiani in coda a San Marino dal benzinaio

Benzina e diesel a 1,5 euro al litro, tutti in coda ai distributori del Titano. Gli operatori: “Arrivano anche da Rimini per il pieno”. Confcommercio: “In Italia le accise sono elevatissime”

ADRIANO CESPI – Code ai distributori di San Marino. Sono ricomparse da un po’ di giorni. Da quando i prezzi della benzina e del gasolio sono calati rispetto a quelli italiani. Con turisti e riminesi in fila sul Titano per il classico pieno di carburante. (…)

Spiega la titolare del distributore di via Serrone a San Marino:  “Il via-vai di auto è continuo e in alcune fasce orarie si creano delle vere e proprie file. Con turisti che salgono perfino dalla Riviera. (…)”. (…)

Dichiara Alberto Semprini, presidente della Figisc Confcommercio, il sindacato dei gestori delle pompe di benzina della provincia di Rimini: “Il problema italiano è che noi, rispetto a San Marino, abbiamo le accise. Che pesano sul prezzo finale, nonostante i 30,5 centesimi di riduzione introdotti dal governo Draghi, con scadenza a settembre, salvo proroga. Non bisogna, infatti, dimenticare che questo balzello c’è ancora ed è pure bello pesante: 47 centesimi più Iva per la classica accoppiata ‘tassa su tassa’. Immaginate cosa sarebbe se questa accise venisse tolta! I prezzi alla pompa, che oggi sono su 1,71 euro al litro per il gasolio e 1,76 al litro per la benzina, precipiterebbero intorno a 1,18 euro al litro. Una festa per gli automobilisti, un dramma, invece, per il governo perché causerebbe il prosciugamento delle casse statali”. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy