Biennale Architettura

Comunicato stampa

Nove architetture immortalate da altrettanti fotografi, attraverso una trentina di scatti
d’autore, costituiscono il filo conduttore della presenza alla 12. Mostra Internazionale
di Architettura de La Biennale di Venezia 2010, nell’esposizione allestita nel prestigioso
Palazzo Zorzi, sede dell’Unesco.

Le architetture di importanti progettisti italiani e internazionali presenti sul territorio,
quali fra gli altri Norman Foster, Gae Aulenti, Giovanni Michelucci o Giancarlo De Carlo,
sono state interpretate dall’obiettivo di noti fotografi, Luca Andreoni, Alberto Dedè, Moreno
Gentili, Stefano Graziani, Roberto Marossi, Pino Musi, Filippo Romano, Alessandro Scotti,
Richard Sympson.

Ne emerge una inedita ricognizione visiva che mostra alcuni dei migliori edifici, ma anche
idee di valorizzazione del contesto paesaggistico e ambientale del piccolo stato sammarinese,
presentata al pubblico selezionato e attento della Biennale.

La partecipazione della Repubblica di San Marino alla Mostra di Architettura di Venezia
– diretta da Kazuyo Sejima, il cui titolo generale è People meet in architecture – è stata
curata scientificamente e progettata da un gruppo di docenti del Corso di laurea in disegno
industriale dell’Università degli studi della Repubblica di San Marino, coordinato dai
Commissari per San Marino Leo Marino Morganti e Valerio Pradal.
Maddalena Scimemi, storica dell’architettura, ha guidato la selezione delle architetture
sulla base di criteri di qualità e rilevanza, attorno a tre grandi temi assieme concreti e ideali:

il rapporto fra costruito e ambiente naturale; la relazione fra architettura e fruizione sociale;

la funzione degli edifici nella rappresentazione dei differenti “poteri”, politico ed economico.

Dagli spazi istituzionali del Palazzo Pubblico all’ingegnoso sistema delle risalite lungo le mura
dentro Città, agli affascinanti ambienti delle antiche Cisterne.

Le architetture sono state poi sottoposte alla lettura fotografica di autori, individuati dagli
studiosi e fotografi Giorgio Majno, Patrizia Ferreri e Sergio Giusti.
Percorso e progetto della partecipazione sammarinese alla Biennale sono completati
dall’intervento di exhibition design a cura di Dario Scodeller e Riccardo Varini, anch’essi
docenti, come gli altri specialisti coinvolti, presso l’Università degli studi della Repubblica
di San Marino.

La partecipazione alla Biennale rappresenta un esempio di proficua collaborazione
fra le Segreterie di Stato – all’Istruzione, la Cultura e l’Università, agli Esteri, al Territorio,
al Turismo –, con le istituzioni attive nella Repubblica, come l’Università degli studi
e la Delegazione permanente di San Marino dell’Unesco.

Asset Banca e Telecom Italia San Marino hanno infine condiviso il progetto scientifico e
culturale dell’iniziativa scegliendo di appoggiarlo con entusiasmo e partecipazione.

Dopo la tappa veneziana, a dicembre 2010 la mostra sarà allestita a San Marino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy