Successo per lo Smiaf Festival. Oltre 25mila presenze nel weekend scorso a San Marino

“Ripetersi è sempre difficile e per questo ancora più bello”.

Lo dicono in una nota gli organizzatori dello Smiaf Festival, la cui 15ª edizione è terminata 6 giorni fa nella Repubblica di San Marino con il calore di oltre 25.000 presenze.

Una nuova pagina in quella storia che rende San Marino “un Paese amico dell’arte di strada grazie all’energia e all’impegno di tanti giovani sammarinesi e non, che utilizzano il loro tempo libero, a titolo di volontario, per creare qualcosa che è un unicum nel nostro territorio”.

“Un risultato eccezionale, che conferma un trend di visitatori che è cresciuto anno dopo anno – commentano gli organizzatori -. Quella del Festival dei Giovani Saperi è ormai divenuta una famiglia, un punto di ritrovo fisso per tanti artisti, sportivi, musicisti, ma soprattutto giovani. Un network che ha dimostrato di poter fare grandi cose, seppur con budget ristretti rispetto a ciò che l’arte richiede”.

L’appello dei volontari è rivolto alle istituzioni alle quali richiedono che lo Smiaf Festival sia ancora di più valorizzato, per poter crescere nella sua parte artistica e nel suo impatto sociale: “Gli esempi positivi in territorio e nei dintorni non mancano, pensiamo ad esempio all’impatto che generano manifestazioni come Artisti in Piazza di Pennabilli e Santarcangelo dei Teatri lì dove sono collocati. Perché la Repubblica di San Marino non può ambire a fare lo stesso?”.

LA RISCOPERTA DEL CINEMA TURISMO E DELLE CISTERNE DEL PIANELLO

Un altro grande obiettivo che lo Smiaf Festival ha centrato a pieno anche quest’anno è “la riscoperta e la riappropriazione di location poco conosciute o in stato di abbandono che caratterizzano il nostro Centro Storico: come non citare gli oltre 70 atleti di parkour che, nella giornata di sabato 5 agosto, hanno dato nuova vita al Cinema Teatro Turismo, proponendo tra le sue mura esterne una competizione emozionante come gli Italian Parkour Games“.

Inoltre, “oltre 100 persone hanno visitato nel corso dei tre giorni ‘Oltre’, mostra temporanea dello scultore e artista sammarinese Sisto Righi, collocata all’interno di una delle location più affascinanti e intrise di storia: le Cisterne di Palazzo Pubblico“.

E ancora: “Potremmo fermarci qui, ma non faremmo onore a quegli spazi come l’ex Cava Antica, che da un parcheggio per auto (P6) si trasforma ormai da 3 anni nell’Extreme Arena, spazio dedicato a tutti gli appassionati di sport estremi. E come non citare in questa sede la Torretta di Porta San Francesco, anche questo spazio poco valorizzato durante l’anno ma che durante lo Smiaf Festival, grazie anche alla collaborazione con l’azienda Carlo Biagioli Srl, ha visto ospitare la mostra personale di Anna Maria Scocozza, ‘L’Anima si veste di carta’”.

NUMERI DI QUESTA EDIZIONE

Grazie ai dati ufficiali forniti dall’Ufficio del Turismo, “oltre 23.700 le persone che si sono recate nella Repubblica di San Marino con la macchina nelle giornate del 5, 6 e 7 agosto, scegliendo lo Smiaf Festival come destinazione; da venerdì a domenica sono stati inoltre registrati 12.600 passaggi di andata e ritorno in funivia e sono stati venduti 1.300 biglietti per il trenino: mezzi che hanno permesso alle persone di raggiungere il sito Unesco per partecipare all’evento, regalando un’esperienza coinvolgente ed emozionante, ricca di fascino”.

Sommando i dati in possesso  degli organizzatori, “lo Smiaf Festival ha superato il traguardo delle 25 mila presenze nel weekend, andando ben oltre a quello che era il risultato già eccezionale di oltre 20 mila presenze ottenuto nel 2021; un totale di oltre 80 appuntamenti tra spettacoli, concerti, mostre e attività sportive, ad accesso completamente gratuito. Oltre 30 formazioni artistiche e o federazioni sportive, di cui 7 per la prima volta a San Marino. Uno staff di 45 persone, tra i quali oltre 35 volontari, per la maggior parte provenienti dal territorio sammarinese ma non solo”.

RINGRAZIAMENTI

“È il tempo infine dei ringraziamenti: grazie a tutti gli artisti, performer, musicisti, atleti, partner e street food per l’energia e i sorrisi regalati. Grazie alla segreteria di Stato per il Turismo, alla segreteria di Stato per la Cultura e l’Istruzione, alla segreteria di Stato per il Lavoro e lo Sport e alla segreteria di Stato per gli Affari Interni, alla giunta di Castello di San Marino Città, agli Istituti Culturali”.

Inoltre, “vogliamo ricordare in questa occasione i nostri sponsor: Marlù Gioielli, da quest’anno main dell’evento, Carisp – Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino, Giochi del Titano SpA, The Space Srl, Sums – Società Unione Mutuo Soccorso, Birra Amarcord, Energreen Srl, Sit Group, La Chiara Srl, L’Antincendio Sammarinese Srl, Gattei Impianti, Ecologia Sammarinese Srl, La Saponeria del Titano. Senza il loro supporto, il Festival non sarebbe stato possibile”.

Infine, “vogliamo anche ringraziare in questa occasione i nostri partner:

-la Ludoteca Pologioco, che grazie a laboratori e a maxigiochi ha fatto divertire in maniera gratuita tutti i giovani ospiti del Festival durante i 3 giorni di evento;

– Theflowarrampicata e Waverock, le due palestre dedicate ai climber di Urbino e Rimini che hanno regalato allo Smiaf l’edizione del Titano Street Boulder più ricca di sempre, con oltre 320 partecipanti;

– Xplore Parkour Rimini e tutta la meravigliosa community di amanti del parkour italiani, che hanno regalato il primo evento su scala nazionale proprio a San Marino, facendola diventare per un giorno la capitale di questa nuova, adrenalinica disciplina;

-Tutte le compagnie di artisti che, con il loro contributo, hanno animato piazze e parchi dello Smiaf Festival.

E grazie, come sempre, al pubblico, che, riempiendo le piazze e i parchi, è riuscito a commuoverci”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy