“Colors of Peace” a Roma, presente anche la classe 5ª A della Scuola Elementare di Serravalle (San Marino)

Il 21 settembre, come vuole la tradizione, si è celebrato in tutto il mondo la Giornata Internazionale per la Pace, istituita il 30 novembre 1981 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Una manifestazione quanto mai sentita quest’anno, dove l’acutizzarsi del conflitto russo-ucraino e lo spettro di una contrapposizione sempre più forte tra oriente e occidente non possono che indurre al moltiplicarsi delle voci che chiedono un cessate il fuoco.

Assume quindi particolare risalto l’iniziativa “Colors of Peace” che si è svolta, come da tradizione, ieri pomeriggio nel contesto del Parco archeologico del Colosseo di Roma, da anni luogo simbolo per appelli di pace e di sostenibilità ambientale. Lo riporta un comunicato della segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura.
Promossa dalla Sri Chinmoy Oneness-Home Peace RunItalia, dall’Associazione Robert F. Kennedy Human Rights Italia e dall’Associazione i Colori per la Pace, la manifestazione ha visto esporre in Piazza del Colosseo e sulla Via Sacra di Roma oltre 1.000 disegni di pace, realizzati da studenti di oltre centoquaranta Nazioni.

Tra queste, presenti anche le opere degli studenti della classe 5ª A della Scuola Elementare di Serravalle della Repubblica di San Marino.
Un progetto nato spontaneamente lo scorso 25 febbraio quando, allo scoppiare del conflitto, gli studenti hanno sentito la necessità di far sentire la propria voce, fermamente contraria alla guerra, scrivendo messaggi di pace.
Grazie all’ambasciatore d’Italia a San Marino, Sergio Mercuri, e della sua consorte Maria Giovanna Fadiga, il progetto ha incontrato il favore del presidente dell’Associazione Internazionale Colors for Peace, Antonio Giannelli, che, dopo aver ricevuto i disegni degli studenti sammarinesi, ha invitato i ragazzi a prendere parte all’inaugurazione della mostra.

L’edizione 2022 di “Colors of Peace” è stata così aperta da una cerimonia istituzionale alla quale hanno preso parte diversi diplomatici, rappresentanti religiosi, personalità del mondo della cultura e dello sport.
L’onore più grande è toccato proprio al gruppo di alunni di San Marino che, per l’occasione, sono saliti sul palco e hanno recitato alcuni dei messaggi di pace prodotti lungo la fase di realizzazione del progetto.

Ad accompagnarli la delegazione sammarinese composta dall’ambasciatrice Maria Giovanna Fadiga Mercuri, dall’ambasciatrice Daniela Rotondaro, dalla rappresentante della segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura, Maria Cristina Conti, dal dirigente delle Scuole Elementari, Arianna Scarpellini, e dalle insegnanti Chiara Bronzetti e Fulvia Casadei.

L’emozionante programma ha poi visto l’intervento dei ragazzi del coro Europa inCanto, che hanno intonato l’Inno d’Italia e a seguire la pucciniana “Nessun Dorma”.

La manifestazione è stata anche un’occasione per guardare al futuro: sono stati presentati il Concorso internazionale Pma-PeaceMovie Award 2023, un’iniziativa che coinvolge gli studenti nella realizzazione di spot video per promuovere i valori e la cultura della pace e l’iniziativa “Parliaments of Peace 2023”, il programma di appuntamenti che porterà i disegni di pace dei bambini all’interno dei parlamenti di tutto il mondo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy