Colpa di San Marino il prolungamento del commissariamento Carim.

Corriere Romagna: Fabi infuriata con i commissari: «Non ci hanno detto niente»«Comportamento irriguardoso verso i dipendenti, non possono fare ciò che vogliono» 

RIMINI. «Se pensano di fare  quello che vogliono, si sbagliano  di grosso». Non l’ha presa bene  Giuseppe Taddia segretario della  Fabi, la mancata comunicazione,  da parte dei  commissari  del  prolungamento di un anno  dell ’amministrazione straordinaria  della Carim. «Non è possibile  che la Fabi lo venga a sapere  dalla stampa. E’ un comportamento  irriguardoso verso i dipendenti  ».

A nulla, per far sbollire  gli animi, è valso il comunicato  fatto circolare nel pomeriggio  dai commissari: «Non ci hanno  detto niente, questa non la  mandiamo giù. Devono sapere  che il sindacato è pronto ad agire  » aggiunge. Quanto al merito,  Taddia non si sbilancia: «Una  scelta che si presta a più interpretazioni.  Più che altro non sappiamo  ciò che sta accadendo a  San Marino». Sorpreso della lunga  proroga è invece Lucio Quattrocchi  (Fisa Cgil): «Di norma un  commissariamento dura dai 12 ai  18 mesi. Due anni mi paiono troppi:  bastavano altri sei mesi. Ma se  per sistemare la banca bisogna  arrivare a settembre 2012, allora  lo accettiamo».   


Vignette di Ranfo

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy