Conseguenze anche su San Marino delle nuove norme in Italia sugli assegni

Entro questa settimana approderanno all’esame del Consiglio dei Ministri della Repubblica italiana nuove norme antiriciclaggio che non possono non avere dirette conseguenze sui flussi con la Repubblica di San Marino dove operano dodici banche e cinquantanove finanziarie.
Ad esempio ci sarà una nuova stretta sugli assegni. ‘Il decreto correttivo estende infatti ai titoli di taglio inferiore ai 12.500 euro l’obbligo (già previsto per gli assegni bancari e postali da 12.500 euro in su e per tutti gli assegni circolari) di indicare il nome o la ragione sociale del beneficiario: altrimenti, scatterà una sanzione dall’1 al 40% dell’importo dell’assegno.

Ne tratta diffusamente Valentina Maglione di IlSole24Ore.

Fra l’altro la Maglione fa notare che ‘il decreto correttivo amplia anche la platea dei destinatari delle norme antiriciclaggio e annovera tra i ‘controllori’ i corner di giochi e scommesse (come Snai e Lottomatica), che si vanno ad aggiungere alle case da gioco e ai gestori dei giochionline‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy