CONSIGLIERE RICCARDI (PSD) SULLA QUESTIONE CENTRALE DEL LATTE

COMUNICATO STAMPA

In merito alla vicenda della Centrale del Latte, il consigliere del Psd Marino Riccardi e Segretario di Stato per il Territorio del precedente Governo dichiara quanto segue:

“Per la privatizzazione della centrale era stato emesso un bando di manifestazione di interesse cui hanno partecipato varie aziende sammarinesi e non sammarinesi. Successivamente sono stati richiesti il piano aziendale e quello degli investimenti.
Il compito di valutarli è stato affidato a una Commissione nominata dal Congresso di Stato e composta dai Segretari di Stato Riccardi (Territorio), Ivan Foschi (Giustizia), Tito Masi (Industria) e Paride Andreoli (Turismo). Quest’ultimo poi sostituito da Pier Marino Mularoni (Lavoro).
Tra le aziende che si sono presentate, due sono state ritenute idonee e rispettose delle richieste avanzate dal Governo. Una si è autoesclusa, dunque è rimasta solo La Lombarda disponibile ad accettare tutte le condizioni del bando: L’azienda si era presentata assieme a un gruppo di imprese sammarinesi, Titancoop, Conad e La Sociale, che operano nel campo della distribuzione, in Repubblica, da diversi anni e con molta rispettabilità.
A suo tempo furono richieste dalla Segreteria per l’Industria informazioni sull’azienda La Lombarda e nulla fece intravedere il verificarsi degli eventi di questi ultimi giorni, gli arresti domiciliari comminati ad Alessio Crippa e Gianluca Paganelli con l’accusa di avere evaso le quote latte. Ritengo dunque di avere operato con la massima trasparenza e nell’interesse del Paese. Inutile da parte del Governo continuare una polemica gratuita e infruttifera, meglio sarebbe che l’Esecutivo si occupasse dei problemi importanti per il Paese, come l’operatività del sistema bancario e la grave crisi economica che sta attraversando”.

San Marino, 12 Febbraio 2009

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy