Consiglio Grande e Generale. Chiusura sessione pomeridiana

In chiusura della sessione pomeridiana è stato approvato con 44 voti a favore e uno contrario il Progetto di legge “Modifiche alla Legge 29 gennaio 1992 n.7 – Piano Regolatore Generale (P.R.G.) per la realizzazione di un centro di compostaggio e per l’attuazione di interventi a favore delle imprese”. Sul provvedimento, che permetterà l’ampliamento del gruppo Sit, a fronte di un piano industriale di sviluppo già presentato ai capigruppo, è stata poco prima approvata la procedura d’urgenza con 48 voti a favore e 5 contrari.
Di seguito un estratto del dibattito consiliare sul provvedimento.
Giancarlo Venturini, segretario di Stato per il Territorio: “Per questo provvedimento di legge avviato all’iter legislativo nel febbraio scorso, oggi è stato chiesto il voto per la procedura d’urgenza, per accordo tra tutti i gruppi consiliari, per dare la possibilità ad azienda interessata di proseguire con il suo piano di sviluppo. Come già detto poco fa, questo provvedimento di legge riguardava due aree oggetto di variante, ma solo su una si è trovato accordo con i capigruppo. Quella per trasformare una zona di Gualdicciolo ad area produttiva, in modo da consentire a un’azienda di proseguire il suo piano di investimento. A tutti i capigruppo è stato illustrato, da parte del titolare, il proprio progetto di sviluppo, che prevede oltre 50 milioni di euro, e oltre 110 persone assunte in due anni”.  
Federico Bartoletti, Pdcs: “Credo sia doveroso accompagnare il coraggio e la voglia di fare impresa nel nostro Paese, ritengo più che opportuno dare un segnale positivo fuori e dentro il Paese per far comprendere che fare impresa a San Marino è possibile”.
Paride Andreoli, Psrs: “Il progetto di questo grande gruppo industriale trova soddisfazione del gruppo socialista rispetto agli imminenti sviluppi occupazionali e imprenditoriali descritti. Il nostro giudizio è positivo. Vorrei aggiungere che ci auguriamo che altre aziende, anche più piccole del gruppo Sit, che hanno necessità di ampliarsi, prossimamente abbiano la possibiltià di ampliare i propri orizzonti industriali e dare occupazione. Accogliamo la proposta avanzata dal segretario di Stato Venturini”.
Giovanni Lonfernini, Upr: “Solo per esprimere il voto favorevole del gruppo Upr a questo progetto di legge che prevede interventi a favore di un’impresa estremente importate per San Marino”.  
Alessandro Rossi, Su: “Il percorso su questo pdl è stato condiviso. Sottolineo che la questione compostaggio viene stralciata con emendamenti, ma per la prossima legislatura, uno dei temi importanti dovrà essere il riutilizzo delle realtà esistenti, e l’altro elemento sarà quello di non far sì che l’utilizzo del territorio sia in capo solo alle esigenze delle imprese. C’è infatti un’assenza di programmazione, non possiamo aver più imprese di quelle che possiamo sostenere. Serve un ripensamento su un nuovo Prg rispetto a quello che è già costruito”.
Marco Arzilli, segretario di Stato all’Industria: “Ringrazio la sensibilità delle forze politiche per questa importante azienda. Questa unanimità di consenso in fase finale di legislatura ritengo sia una bella dimostrazione per le imprese.  Questa azienda crescerà a San Marino, è un’esempio ulteriore di un’impresa che porta all’interno del Paese produzione ulteriore e che non delocalizza”.
Mario Venturini, Ap: “Questo intervento è un atto doveroso da parte delle istituzioni nei confronti di un’azienda seria che va aiutata nella misura in cui il Consiglio grande e generale può fare, con un intervento teso ad aumentare produttività e dipendenti nei momenti di crisi. Daremo il nostro voto favorevole”.
Giovanni Francesco Ugolini, Pdcs: “E’ un’intervento necessario a favore di imprenditori sammarinesi che con coraggio investono nonostante la crisi internazionale con cui devono confrontarsi. Annuncio voto favorevole per Pdcs e A&l”.
Gian Carlo Venturini, segretario di Stato per il Territorio: ” Il Piano particolareggiato e le varianti approvate nell’aprile 2010 tengono conto delle esigenze delle aziende che abbiano necessità di espansione ulteriore. Al momento attuale è stata necessaria questa variante per l’azienda Sit di Gualdicciolo. Non ci sono parole da aggiungere sulla validità del progetto e sull’importanza del gruppo Sit. Unico rammarico che esprimo è sull’area di compostaggio, su cui non c’è stato accordo dei capigruppo, per favorire la raccolta differenziata ed estenderla oltre il piano sperimentale di Chiesanuova, ad almeno cinque Castelli. Ma ciò richiede spazi per le biocelle che possono trasformare l’umido. Nella stessa variante era incluso anche l’ampliamento dell’area in uso all’Apas che avrà necessità di ulteriori spazi per sistemare gli animali abbandonati in custodia, e su cui pure è mancato l’accordo”.
Dichiarazioni di voto:
Fiorenzo Stolfi, Psd: “Condividiamo la gestione di questa pratica.  La proposta va incontro alle richieste di un’azienda importante come la Sit. Diamo pieno appoggio e ci auguriamo che la Sit possa prosperare ulteriormente e aumentare profitti e occupazione”.
Francesca Michelotti, Su: “Non partecipo al voto”.
Luigi Mazza, Pdcs: “Confermo sostegno. Dall’Aula arriva una dimostrazione di concretezza a testimonianza della validità dell’iniziativa. Speriamo in altre iniziative che premino gli
imprenditori che hanno creduto nel nostro Paese”.
Massimo Cenci, Ldl: “Azienda è importante. Confermo voto favorevole”.
Alessandro Mancini, Psrs: “Confermo voto positivo. Si tratta di un investimento importante per il futuro, il coraggio degli imprenditori è da mettere in evidenza, non è un momento facile per San Marino”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy