Conto Mazzini: intimidazione mediatica e legale. La denuncia de L’Informazione di San Marino

L’Informazione di San Marino: Dopo l’esposto di Menicucci, Lonfernini e Gasperoni, siamo stati convocati dal giudice per la notifica di una indagine per divieto di pubblicazione / Conto Mazzini, messa in campo intimidazione mediatica e legale

SAN MARINO. Ci vediamo costretti a parlare di noi. E’ uno di quei casi in cui chi le notizie di solito le dà, diventa notizia egli stesso. Ieri mattina il nostro giornalista Antonio Fabbri è stato convocato in tribunale per la notifica di una indagine a suo carico per “pubblicazione di atti segreti inerenti un procedimento penale” relativamente al “conto Mazzini”. L’indagine è stata aperta in seguito agli esposti presentati dai membri dell’Upr i cui nomi compaiono nelle carte relative all’indagine di cui si è trattato nei giorni scorsi. Con serenità ci siamo presentati al Commissario della legge che ci ha notificato gli esposti fatti ed ha fissato la data dell’interrogatorio che ci sarà nei primi giorni dell’anno prossimo. Certi di avere fatto il nostro dovere di giornalisti, affrontiamo la vicenda con la coscienza a posto. Il giudice, nel notificarci la comunicazione giudiziaria, ci ha anche rappresentato di “cessare dalla pubblicazione di tali atti segreti”. Pur ritenendo di non avere contravvenuto ad alcuna prescrizione, cosa che a tempo debito dimostreremo tranquillamente in udienza, rispetteremo quanto formalizzatoci dal giudice. (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy