Crollano le azioni della Cassa di Risparmio di Rimini (Carim). La Voce

Paolo Facciotto di La Voce di Romagna titola in prima pagina a tutta pagina: La preoccupazione dei piccoli azionisti. I ‘bene informati’ hanno venduto a prezzo pieno / Carim: crollano le azioni / In un mese il valore è passato da 21 a 11, 95 euro

Incipit: ‘C’è preoccupazione tra i piccoli azionisti della Carim per il deprezzamento delle azioni che si è registrato in questi ultimi mesi in seguito all’aumento di capitale deciso dai
commissari straordinari di Bankitalia.

L’operazione era stata progettata da tempo, nel corso della assemblea straordinaria dei soci Carim del 29 aprile 2010, ma è stata messa in atto dai Commissari Carollo e Sora.

Nella pratica il valore dell’azione, che nominalmente è lo stesso (5 euro), è passato dal prezzo di 21 euro a cui si scambiava fino a settembre, agli 11,95 euro attuali.

Scrive ancora Facciotto: ‘Fino al mese di agosto 2010 le compravendite di azioni viaggiavano a ritmi blandi, mentre nel settembre del 2010 la vendita subisce una notevole impennata, appena pochi giorni prima dell’insediamento dei commissari.

Evidentemente i ‘bene informati’ e i più prudenti hanno venduto le azioni a prezzo pieno, consapevoli che qualcosa sarebbe cambiato.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy