CSDL: vittoria dell’Associazione Sportello Consumatori

È stata emessa dal Tribunale Unico della Repubblica di San Marino la prima sentenza nei confronti di un Istituto di Credito sammarinese, riguardante il recupero di somme investite in Bond Argentini.

Detto recupero è stato originato da un intervento dell’Associazione Sportello Consumatori, sfociato in una causa civile patrocinata dagli avvocati Gianna Burgagni e Marina Pedini, avente per oggetto la condanna della Banca al pagamento delle somme investite, oltre al pagamento degli interessi e delle commissioni per l’addebito dei diritti amministrativi, per “responsabilità civile” della medesima banca.

Il Giudice di primo grado – accogliendo pienamente la richiesta dei legali – ha quindi condannato la Banca alla restituzione dell’intero capitale versato, unitamente agli interessi e commissioni per l’addebito dei diritti amministrativi, nonché al pagamento delle spese di causa. In tal senso, il giudice ha ritenuto che lo stesso Istituto di Credito non avesse adottato la necessaria diligenza del caso specifico; al contempo, ha valutato le circolari emesse a suo tempo dall’organo di vigilanza sammarinese (l’Ispettorato Credito e Valute), assimilabili alle prescrizioni della Consob italiana riguardo agli obblighi informativi a carico delle banche.

L’Associazione Sportello Consumatori

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy