Csu: Smac Card, incontro deludente

SAN MARINO 17 GENNAIO 2014 – Smac Card e spese deducibili , confronto senza chiarimenti. E’ forte la delusione della Centrale Sindacale Unitaria dopo l’incontro di giovedì  alla Segreteria di Stato alle Finanze.

“L’incontro di ieri è stato disertato dai rappresentati del Governo e quindi sul tavolo sono rimasti – spiega la CSU – tutti i dubbi legati al Decreto sulle spese deducibili. E’ stata  insomma un’occasione persa per dare ai cittadini una quadro di certezze su un aspetto  certamente cruciale della nuova legge”.

Del resto le confederazioni sindacali  si erano sedute al tavolo presentando un elenco di proposte, avanzando  precise  richieste sia sulle modalità di utilizzo  della Smac Card sia sul ventaglio delle spese fiscalmente deducibili. “Vanno innanzitutto  fissati i paletti temporali sull’obbligatorietà dello strumento Smac,  quindi  va aumentata la  percentuale del 15% di rimborso forfettario previsto per far fronte al periodo di transizione”.

Sul fronte delle spese deducibili, la  CSU ha invece chiesto  di inserire nell’elenco le polizze assicurative, l’acquisto dell’auto, le utenze domestiche. Da chiarire infine l’utilizzo dalla Smac all’interno  del nucleo familiare, “questo per poter scaricare anche le spese dei familiari a carico che non fanno dichiarazione dei  redditi”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy