Csu: ‘Ufficio del lavoro rispetti la legge’

Rispetto della legge in fatto di collocamento
al lavoro. Lo richiede la Centrale Sindacale Unitaria,inviando una nuova lettera al Direttore
dell’Ufficio del lavoro e per conoscenza al Segretario di Stato per il
lavoro.

“A fronte di richieste numeriche, l’Ufficio del
lavoro, anziché fare gli invii al lavoro come sarebbe suo compito
istituzionale, si limita semplicemente a mandare i candidati a sostenere
dei colloqui presso i potenziali datori di lavoro”, denuncia la Csu.

Questa prassi attuata dall’Ufficio del lavoro, è una palese violazione
della legge: intatti, l’articolo 3 del decreto legge 5 ottobre 2011
recita testualmente: “A fronte di una richiesta generica di avviamento
al lavoro, l’Ufficio del lavoro, nel rispetto delle graduatorie di
avviamento al Lavoro, invierà il personale da assumere nel più breve
tempo possibile”.
 
In un momento tanto delicato dell’economia
sammarinese dove gli illeciti fioccano quotidianamente, scrive la CSU
“si ritiene di fondamentale importanza procedere all’applicazione della
norma su citata anche al fine di combattere il dilagante fenomeno del
lavoro nero.”

 [c. s.]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy