DICHIARAZIONE DI TITO MASI, CONSIGLIERE DI ALLEANZA POPOLARE

Report? Una trasmissione faziosa ma anche devastante. Mi unisco al coro di proteste e di indignazione che proviene dall’intero Paese, senza sottacere tuttavia situazioni di pericolosa criticità che devono essere rimosse.

Certamente non hanno giovato all’immagine della Repubblica le dichiarazioni di alcuni sammarinesi che avrebbero dovuto difendere il loro Paese ed hanno invece contribuito ad affossarlo. Sono rimasto poi stupefatto di fronte agli interventi di esponenti politici che invece di controbattere le falsità e di valorizzare l’economia sana del nostro Paese si sono rivolti accuse reciproche e si sono messi a litigare, trasferendo lo scontro politico e personale su una televisione nazionale italiana e offrendo così un pessimo spettacolo che non fa certamente onore alla classe politica sammarinese.

Ritengo inoltre avventato e ben poco responsabile anche l’annuncio dato in televisione della prevista revoca di una ventina di società finanziarie e di alcune banche. Una cosa è impegnarsi, come sarebbe giusto, per realizzare controlli più stringenti ed efficaci o per promuovere accordi, integrazioni e fusioni tra le banche sammarinesi, anche per rafforzare e rendere più solido l’intero sistema, ben altra cosa è alimentare i sospetti, assecondare l’intervistatore e le sue tesi, tutte da dimostrare, creando allarme nel mondo della finanza e fra i risparmiatori.
Di fronte alla estrema gravità del momento che stiamo attraversando e delle vicende nelle quali siamo coinvolti, invece di continuare a polemizzare oltre ogni logica, come sta facendo l’opposizione sulla presunta visita a Forlì di alcuni Segretari di Stato, a giocare allo scarica barile sulle responsabilità di questo o di quel governo, a minacciare o addirittura presentare inutili querele, sarebbe bene che maggioranza e opposizione si impegnassero a ricercare un’intesa per fare fronte comune, con decisioni adeguate ma anche con una efficace comunicazione, dinnanzi alle minacce che provengono dall’esterno alla nostra economia ma anche all’immagine del nostro Paese ed alla sua sovranità.

San Marino 12 Maggio 2009

Tito Masi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy