Domattina il nuovo governo di San Marino si presenta in Consiglio

Domani mattina alle 9 il nuovo governo della Repubblica di San Marino formato da Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare, Sinistra Unita e Democratici di Centro si presenta in Consiglio Grande e Generale.
Come primo atto è prevista la richiesta dell’approvazione del
programma e della composizione
del Congresso di Stato.
Successivamente
l’ordine del giorno
prevede dopo il giuramento dei nuovi Segretari di Stato, la nomina e il giuramento dei consiglieri subentranti al loro posto.
Poi tutta una serie di atti previsti con l’insediamento di un nuovo Esecutivo, a partire dalle nomine del Consiglio dei XII, dell’Ufficio di Segreteria, con la successiva presa d’atto delle diverse Commissioni consiliari e la nomina delle restanti.
Infine comincerà l’attività consiliare vera e propria: legge di bilancio, questione Banca del Titano, eccetera.
Il nuovo governo può contare 37 consiglieri (su 60) di cui 21 del Psd, 7 di Ap, 5 di Su e 4 di Dcc.
Il
precedente governo
era formato da Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare e Sinistra Unita per un totale di 32 consiglieri. Il nuovo governo può contare su 5 nuovi consiglieri di cui quattro dei Democratici di Centro (Pier Marino Mularoni, Cesare Gasperoni, Giovanni Lonfernini e Rosa Zafferani, fuorusciti dalla Democrazia Cristiana) ed uno (Paolo Bollini) che si è aggiunto nel periodo della crisi di governo al Psd proveniente da Nuovo Partito Socialista.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy