Emergenza abitativa: la Diocesi presenta all’amministrazione comunale un documento e mette in campo 100 alloggi

Emergenza abitativa: troppi appartamenti sfitti, troppe richieste di aiuto dai bisognosi in difficoltà, poche le iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale. Ieri la Diocesi di Rimini in un documento ha chiesto all’Amministrazione comunale di Rimini di fare di più, mettendo sul piatto anche 100 alloggi per i poveri.
La casa come bene sociale e primario – scrivono Pastorale sociale, famigliare e Caritas – non è un oggetto di mercato. Nei dati presentati ieri gli appartamenti liberi sono oltre 13mila, a fronte di un quinto della popolazione riminese che non è in grado di sostenere ne’ mutui ne’ affitti elevati.
La Diocesi – come scrive il Corriere Romagna di oggi – poi promette un progetto di Housing Sociale con 100 appartamenti messi a disposizione dei bisognosi. Infine, la richiesta all’amministrazione di porre fino alle costruzioni selvagge, agli affitti troppo cari per gli universitari, proponendo sgravi fiscali e sostenendo, fra le altre cose, le spese di affitto.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy