Eps sulle leggi votate in Consiglio e la crisi di governo

Il Gruppo Consiliare degli Europopolari per San Marino durante la sessione Consiliare del 9, 10 e 11 giugno 2008, si è astenuto sulla Legge: sulle “Disposizioni in materia di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo” in quanto le misure di prevenzione previste, introducono nell’ordinamento sammarinese disposizioni equivalenti alle principali raccomandazioni degli Organismi Internazionali recependo molte di esse. Interventi questi, che anche noi Euro Popolari abbiamo ritenuto necessari e fondamentali, ma che avrebbero dovuto essere introdotti nel nostro sistema finanziario con modalità più adeguate e con un maggiore confronto con tutti gli operatori del settore, sia Istituti Bancari che Ordini Professionali, in modo particolare Avvocati e Notai e Commercialisti. Il Provvedimento richiedeva, a nostro avviso, un più attento esame del meccanismo complessivo previsto dalla legge. Gli EuroPopolari nell’interesse del Paese che in questo momento sta attraversando un periodo di grave difficoltà hanno quindi, con il loro atteggiamento, anteposto a ogni altra considerazione il bene del Paese.
In merito alla Legge: “Riordino delle Direzioni Scolastiche” gli Euro Popolari per San Marino hanno sottoscritto l’Ordine del Giorno che richiedeva il rinvio dell’esame del provvedimento alla luce delle considerazioni espresse dalle Organizzazioni Sindacali e dai docenti presenti all’incontro con i Capigruppo Consiliari del 10 giugno us. Ci preme infatti principalmente approfondirne gli aspetti educativi e didattici, conseguenti alla riorganizzazione proposta, che come abbiamo ribadito anche al momento del dibattito circa le linee di riforma dell’ordinamento scolastico sono per noi di vitale importanza. Il Capogruppo Consiliare degli Euro Popolari ha richiesto alle OO.SS. e ai docenti, un ulteriore approfondimento sugli aspetti segnalati dando la massima disponibilità, alla luce di tali approfondimenti, a considerare anche un appoggio alla Legge.
Inoltre il rinvio richiesto sarebbe stato quanto mai opportuno dal momento che sono già avviate la riforma della Pubblica Amministrazione e quella dell’intero settore dell’istruzione e della formazione, che riteniamo essere l’occasione migliore per affrontare ogni problematica in maniera organica e armonica. Ci auguriamo che la volontà dichiarata dalla maggioranza con un Ordine del Giorno di monitorare le scelte adottate, sia conseguente attraverso la necessaria verifica delle modifiche contenute nel provvedimento.

Sul progetto di legge: “Riorganizzazione dei servizi di vigilanza sulle attività economiche”, i Consiglieri EPS, intervenuti hanno ribadito le perplessità già da tempo evidenziate, apprezzando però le dichiarazioni del Segretario di Stato all’Industria, positive rispetto ad alcune argomentazioni da noi sollevate ed in tal senso hanno quindi dichiarato la loro astensione.

Gli EuroPopolari per San Marino hanno quindi preso atto del ritiro da parte di Alleanza Popolare della propria delegazione al Governo, aprendo quindi formalmente la crisi. La maggioranza uscente è sempre stata giudicata dal nostro Partito non utile al Paese a causa della mancata coesione, dichiarata anche dagli stessi componenti e quindi della impossibilità a portare a compimento progetti utili al bene comune. Riteniamo questo atto importante e gli EPS rinnovano fin da ora il loro impegno ad operare per dare una maggioranza al Paese in grado di risolvere i tanti problemi che oggi esistono.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy