FINANZE. BILANCIO, USOT: PROVVEDIMENTO ‘SENZA VOTO’. Agenzia Dire-Torre1

“RINVIA TUTTO A DECRETI ATTUATIVI”
“Questo e’ l’ultimo giro, non c’e’ piu’ tempo, le nostre imprese hanno bisogno di fiducia”. Filippo
Bronzetti, presidente Usot, a margine di un incontro con la stampa, riferisce il monito lanciato questa mattina al tavolo con la delegazione di governo, nel confronto dedicato alla legge di
Bilancio con le associazioni di categoria. Il provvedimento, che mercoledi’ sara’ portato in Consiglio grande e generale per la sua approvazione definitiva, e’ stato gia’ bocciato da Anis, che nei giorni scorsi l’ha definito una proposta “fatta di sole tasse e priva di scelte per lo sviluppo”.
Anche da parte del numero uno dell’associazione che riunisce gli operatori turistici c’e’ un certo scetticismo. In particolare, Bronzetti spiega di aver visionato il testo presentato in prima lettura che “rinvia il da farsi a decreti attuativi successivi”. Percio’, “il peso delle conseguenze, senza questi decreti- prosegue il presidente degli imprenditori turistici- non puo’ essere valutato”. Tra questi cita, ad esempio, l’effetto della patrimoniale. Bronzetti rileva pero’
anche “un elemento positivo”, emerso nell’incontro di oggi, che interessa il lavoro frontaliero. “Per i redditi al di sotto dei 30 mila euro annui- chiarisce- c’e’ la possibilita’ di recuperare
la decurtazione d’imposta sulle spese produttivita’ e reddito”, ovvero la cosi’ detta tassa etnica. “Questo e’ importante per i lavoratori e per le aziende che devono dare risposte ai loro
dipendenti”. Ma in conclusione, Bronzetti spiega che, al tavolo con i segretari di Stato, “ci sono andato per fare fretta”.
Presente all’incontro con i segretari di Stato per le Finanze e per il Turismo, in ordine Pasquale Valentini, e Fabio Berardi, nche i rappresentanti di Osla, il presidente Giorgio Chiaruzzi, e Mirko Dolcini, del consiglio direttivo dell’associazione. Da parte loro un “no comment” sull’esito del confronto con l’esecutivo: solo nei prossimi giorni, fa sapere il direttore, stileranno un elenco di controproposte al provvedimento.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy