FONDAZIONE SAN MARINO PRESENTA LA RICERCA: “RURALITA’ E TURISMO. UN’INTEGRAZIONE STRATEGICA PER IL RILANCIO DEL PAESAGGIO SAMMARINESE”

Oggi lunedì 21 novembre il Presidente della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio S.U.M.S., Tito Masi, ha presentato, ad un nutrito pubblico il volume intitolato: “Ruralità e Turismo. Un’integrazione strategica per il rilancio del paesaggio sammarinese”.
Alla presentazione del volume hanno presenziato il Segretario di Stato per il Territorio, Giancarlo Venturini, il Coordinatore della Segreteria di Stato per il Turismo, Dott. Vito Testaj, oltre che l’autrice, Arch. Bianca Maria Rizzo.
Il libro fa parte di un progetto editoriale, giunto al terzo ed ultimo volume e curato dall’Arch. Rizzo; Docente Universitaria presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Studi Roma Tre e Dottore di Ricerca in Progettazione Urbana Territoriale ed Ambientale.
E’ da diversi anni che la Fondazione San Marino segue con interesse ed appoggia iniziative legate al Territorio, inteso in particolare come centro storico di Città, riconosciuto nel 2008 dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, ma anche come paesaggio naturalistico e rurale della Repubblica.
Per questo, la Fondazione San Marino, ha finanziato questa ricerca raccolta nella pubblicazione, in quanto consapevole dell’importanza che il paesaggio rurale ha ricoperto e tuttora ricopre nella costituzione dell’identità storica sammarinese e nella convinzione che esso possa costituire un’importante risorsa economica, anche in un’ottica di diversificazione del settore turistico.
Nel libro, a partire da un’attenta analisi del Territorio e dalla valutazione degli input che provengono dall’Europa, vengono individuati alcuni percorsi possibili di integrazione tra multifunzionalità agricola e turismo sostenibile, che si concretizzano in proposte progettuali esemplificative.
Indicare a tutti i cittadini sammarinesi tecnici e non, la possibilità di conoscere meglio il proprio territorio e l’opportunità di utilizzarlo in modo compatibile e rispettoso delle caratteristiche storiche che lo rendono unico, è obiettivo fondamentale per la Fondazione, che continuerà a perseguirlo in futuro attraverso ulteriori attività culturali e di ricerca.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy