Gdf Pesaro scopre evasione da 16 milioni di euro. Coinvolto San Marino

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di
Pesaro hanno scoperto un’evasione fiscale per circa 16 milioni di euro,
attuata da un imprenditore operante nell’entroterra pesarese mediante
una società esterovestita situata in Repubblica. Ne da notizia l’Adnkronos.

 

A curare e coordinare l’attivita’ un imprenditore dell’entroterra
pesarese mediante una propria societa’ ubicata in Italia, che, ad un
certo punto, era stata sostituita da un’altra impresa con sede nella
vicina Repubblica di San Marino.

L’attivita’ investigativa ha inoltre permesso di scoprire, pero’, che
dietro quest’ultima azienda vi era a capo sempre lo stesso
l’imprenditore italiano, il quale, per il confezionamento dei capi di
abbigliamento, continuava ancora ad avvalersi dei terzisti pesaresi. Non
solo, le indagini svolte hanno consentito di accertare, altresi’, che
l’impresa sammarinese aveva solamente la sede legale nello Stato estero,
mentre la sua attivita’ la esercitava in Italia.

Attraverso tale stratagemma, l’imprenditore italiano ha spostato la
tassazione dei propri redditi, prodotti dalla sua attivita’ sul
territorio nazionale, nella Repubblica di San Marino, non dichiarando ai
fini delle imposte sui redditi circa 14 milioni di euro ed evadendo
l’Iva per circa 2 milioni di euro.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy