Gli industriali di San Marino pronti a rimboccarsi le maniche

Gli industriali di San Marino nel corso della Assemblea annuale della loro associazione (Anis), che coincide con il 60° della fondazione,  si sono detti pronti a fare la loro parte per assicurare al Paese un nuovo sviluppo. 

Bisogna puntare su settori che possono produrre da subito nuovo reddito e nuove
entrate. Ad esempio occorre intervenire sulle imposte indirette, che in gran
parte degli altri Paesi generano circa il 70% degli introiti.
D’altra parte
vanno assolutamente incentivati gli investimenti privati da parte dello Stato.
Ricerca, manifattura, commercio, turismo, sanità i settori che possono ridare
fiato all’economia sammarinese.

Il Presidente Rondelli, infine ha rivolto
un’esortazione a far sì che questo periodo di crisi sia il trampolino di lancio
di una nuova fase di prosperità. E quindi è stato rivolto un forte appello agli
imprenditori per credere nelle capacità della Repubblica di San Marino. E un
invito ad un maggior impegno nella società civile.

Vedi comunicato Anis

 

Guarda le previsioni meteo di N. Montebelli

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy