Golf. San Marino dopo tre anni cede la Ryder Cup a Rimini

SAN MARINO. Week end intenso, quello da poco concluso, per la Federazione Sammarinese Golf. Sabato e domenica, sui campi del Rimini Verucchio Golf Club, i migliori 12 atleti del Titano hanno sfidato l’eccellenza riminese nella dodicesima edizione della Ryder Cup, tradizionale sfida di golf fra le squadre di Rimini e San Marino.

Dopo tre anni di egemonia sammarinese, lo scettro è tornato alla squadra riminese. Dopo i doppi di sabato il punteggio era fissato sul 3,5 per Rimini e 2,5 per San Marino. Fatali, per i sammarinesi, i doppi di domenica, dove Rimini ha realizzato ben 7,5 punti, contro i 4,5 di San Marino. Decisiva la buca numero 18, sulla quale i titani hanno perso ben quattro punti, soprattutto per meriti dei riminesi, fra i quali si sono distinti Filippo Pacini e Dan Bonanno, mentre nella squadra sammarinese si sono messi in luce Diego Zonzini e Federico Pellicioni.

I vertici di Asset Banca, sponsor della manifestazione, hanno effettuato le premiazioni nella serata conviviale tenuta all’Osteria Divilla.

Ma la Ryder Cup non è stato il solo evento a catalizzare l’attenzione nel week end. Sui campi del Rimini Verucchio Golf Club, infatti, è andato in scena anche il 13° San Marino International Pitch&Putt Open, manifestazione internazionale organizzata dalla Federazione Sammarinese Golf, che vede ogni anno sfidarsi i migliori giocatori del continente, che partecipano al Campionato Europeo di Pitch&Putt.

Al via golfisti provenienti da Spagna, Francia e Italia, oltre ad una piccola rappresentanza di San Marino (il numero era limitato vista la concomitanza con la Ryder Cup).

Dopo la prima giornata di sabato, che ha visto i concorrenti impegnati in due giri a 54 buche, c’erano tre spagnoli appaiati in vetta alla classifica.

Domenica mattina si è svolto l’ultimo giro, che ha visto giocare nella stessa partenza i golfisti risultati migliori al termine della prima giornata.

Dopo un giro molto combattuto, ha prevalso per un solo colpo in meno “El Niño” Thomas Artigas Covacevich, giovane golfista spagnolo, appena quattordicenne, che è già al primo posto nel ranking spagnolo giovanile, anche di golf. Ha chiuso con il risultato finale di -14 sul totale di 162 buche.

Primo dei sammarinesi ha chiuso Emanuele Vannucci, presidente della Federgolf sammarinese.

Comunicato Stampa Federazione Sammarinese Golf



Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy