I benzinai sono di nuovo in allarme: «I prezzi presto torneranno a salire»

I gestori dei distributori esasperati: «Oltre al danno, dobbiamo fare i conti con la beffa ovvero il discredito da parte dei nostri clienti che imputano a noi parte del problema»

Alberto Semprini, presidente Figisc- Confcommercio della provincia di Rimini: «Il provvedimento del governo di calmierare i costi alla pompa di 30 centesimi compresa l’Iva tagliando le accise per un mese è importante, ma non risolutivo, e sta mascherando il fatto che le compagnie ogni giorno continuano ad aumentare, di qualche centesimo, i prezzi delle forniture. Di questo passo a fine aprile benzina e gasolio costeranno più che a metà marzo». La Figisc-Confcommercio fa suonare nuovamente l’allarme per il caro-carburante. (…)

Articolo tratto da Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy