I giochi a San Marino, nuova sorpresa: la Novomatic non se n’è mai andata

La controversia sulla gestione dei giochi nel casinò automatizzato di Rovereta esplosa

con una interrogazione di Sinistra Unita, sta portando allo scoperto delle autentiche sorprese.

Si legge su La Tribuna Sammarinese: ‘il fatto che balza agli occhi in modo più eclatante sono le vecchie condizioni di appalto che la Giochi del Titano ha conservato come retaggio della vecchia Giochi San Marino‘.
Poi la sorpresissima: ‘I fornitori, sebbene la gestione sia cambiata, sono cambiati solo in parte, e in particolare il fornitore principale,
l’austriaca Novomatic, continua a godere del privilegio di un contratto di affitto delle macchinette keno che la fa ritenere più un socio dell’attività, piuttosto che un semplice partner.
‘.
Insomma
l’uomo bastone del pollaio, cioè il personaggio in cui si è personificato la negatività dei giochi nella Repubblica di San Marino, ha continuato a impestare l’ambiente anche dopo la ‘nazionalizzazione’!
Fra l’altro la Novomatic fu la protagonista della

famosa conferenza stampa a Palazzo Begni!

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy